Benedetta Porcaroli e Matilda De Angelis
Collage. Fonte foto: Youtube

Entrambe candidate al David di Donatello 2021 come Miglior Attrice Protagonista, Benedetta Porcaroli e Matilda De Angelis hanno due carriere parallele ma con alcuni punti di contatto: ecco quali

Il prossimo 11 Maggio, nel corso della cerimonia di consegna dei David di Donatello 2021, dovranno vedersela con colleghe del calibro di Barbara Chicchiarelli, Alba Rohrwacher e Claudia Gerini. Tuttavia, una tra Benedetta Porcaroli e Matilda De Angelis potrebbe alla fine sfangarla e stringere tra le mani l’ambito premio alla Miglior Attrice Non Protagonista; e se per Porcaroli, nata a Roma quasi 26 anni fa, quella per il film 18 Regali è la prima candidatura, per De Angelis – che ha da poco ultimato le riprese del nuovo film di Paula Ortiz Accross The River and Into The Trees – si tratta del secondo tentativo, essendo stata candidata già nel 2017 (ma come Miglior Attrice Protagonista) per il suo esordio cinematografico in Veloce come il Vento accanto a Stefano Accorsi.

Potrebbe interessarti:

Gli inizi

A parte la classe di nascita, Benedetta Porcaroli e Matilda De Angelis hanno in comune anche il set dal quale la loro carriera di attrici ha preso definitivamente il volo: parliamo della serie tv di Raiuno Tutto può succedere, remake dell’americana Parenthood, e in onda sul primo canale della televisione di Stato italiana dal 2015 al 2018. Nel family drama diretto da Lucio Pellegrini, Benedetta e Matilda interpretavano due cugine dai caratteri agli antipodi: la prima prestava infatti i panni all’assennata Ludovica Ferraro, la seconda – che nel frattempo era già apparsa accanto ad Alessandro Borghi nel videoclip dei Negramaro “Tutto qui accade”, – interpretava la ribelle, inquieta e continuamente alla ricerca di se stessa, Ambra.

Archiviata l’esperienza di Tutto può succedere, Benedetta e Matilda (la prima ha esordito al cinema nel 2016 col pluripremiato Perfetti Sconosciuti, ndr.), artisticamente non si sono più incrociate, ma le loro carriere a ben vedere presentano qualche punto di contatto.

Entrambe, per esempio, possono annoverare nel loro curriculum un progetto legato a Netflix: Matilda De Angelis è infatti la protagonista femminile de L’Incredibile Storia dell’Isola delle Rose, nuovo film di Sidney Sibilia disponibile sulla piattaforma streaming dallo scorso 9 Dicembre, mentre Benedetta Porcaroli è nota al pubblico dei giovani fruitori di contenuti on- demand per essere stata Chiara Altieri nella serie italiana Netflix Baby, liberamente ispirata allo scandalo delle baby-squillo che qualche anno fa sconvolse, a colpi di titoloni sui giornali ed esclusive tv, il quartiere Parioli di Roma e l’Italia intera.

Tommaso Paradiso

Tra gli elementi che hanno reso Baby un indubbio successo tra i giovani di tutto il mondo c’è la colonna sonora, firmata da alcune delle voci più incisive del panorama musicale italiano contemporaneo. Per citarne qualcuna: i Maneskin, Levante e Achille Lauro. Il performer più divisivo della musica italiana, in particolare, ha impreziosito l’ultima stagione di Baby con la hit Maleducata ed ha poi scelto Benedetta Porcaroli come protagonista del videoclip musicale della sua 16 Marzo, girato nel pieno del primo lockdown di Marzo 2020.

Al netto delle loro esperienze parallele anche in questo campo, Porcaroli e De Angelis hanno un artista in comune nel loro curriculum: trattasi dell’ex frontman dei TheGiornalisti Tommaso Paradiso che le ha volute in due degli ultimi videoclip legati al progetto che ha avuto il merito di sdoganare l’indie tra i consumi musicali dell’Italia contemporanea: e così, se Matilda De Angelis canta a squarciagola nel video di Felicità Puttana, Benedetta Porcaroli si lascia andare ad una danza liberatoria nelle immagini che accompagnano il tormentone dell’estate 2019 Maradona y Pelè.

Le differenze

Fin qui i punti di contatto. Tuttavia, al di là delle suggestioni che abbiamo enumerato, negli anni Benedetta Porcaroli e Matilda De Angelis hanno operato scelte artistiche che rendono i loro percorsi profondamente diversi.

In particolare, nell’ultimo periodo è apparsa chiara l’intenzione di Matilda di dare alla sua carriera un respiro più ampiamente internazionale: vanno in questa direzione, la sua partecipazione alla miniserie HBO The Undoing – Le Verità Non Dette (accanto a Nicole Kidman e Hugh Grant) e l’essere stata scelta come protagonista femminile di Leonardo, serie kolossal internazionale dedicata al genio fiorentino de “L’Ultima Cena” che si avvale di un cast di tutto rispetto, da Aidan Turner a Freddie Highmore.

Non solo attrice: ultimamente, infatti, Matilda è apparsa spigliata anche nelle vesti di co-conduttrice di una delle serate del Festival di Sanremo 2021 accanto ad Amadeus e Fiorello in cui ha potuto mettere in luce tutte le caratteristiche che la rendono un talento cristallino e versatile della nuova generazione dello spettacolo italiano.

Letture Consigliate