calciatori
Foto: Twitter FC Barcellona

Leo Messi non si è trattenuto al termine della sconfitta interna del Barcellona contro l’Osasuna: “La gente è arrabbiata perché non le stiamo dando niente”

La sconfitta interna del Barcellona contro l’Osasuna, con conseguente titolo al Real Madrid, ha scatenato l’ira di Leo Messi. Il fuoriclasse argentino ha fatto autocritica al termine del match senza utilizzare mezzi termini, cercando in qualche modo di risvegliare la squadra. La situazione blaugrana non è delle migliori: il rapporto Setien-giocatori è molto frizzante e la gestione di alcuni campioni, come Arthur, è complicata.

Potrebbe interessarti:

“Non volevamo chiudere così, ma la partita di stasera rispecchia il nostro cammino durante tutto l’anno. Siamo una squadra irregolare, molto debole che viene battuta per voglia e intensità, alla quale è molto facile creare occasioni e far gol. Nella stagione abbiamo perso punti che non dovevamo perdere e la gara di stasera fotografa quella che è stata la nostra stagione” – il commento a caldo di Leo Messi.

Messi ha rincarato la dose prendendosi le colpe insieme alla squadra: “Dobbiamo fare autocritica, noi giocatori per primi ma anche a livello generale perché va bene che il Real Madrid faccia il suo vincendo sempre, ma noi siamo il Barcellona e anche noi dobbiamo vincere tutte le partite e non guardare a ciò che fa il rivale”.

“Se vogliamo vincere la Champions League devono cambiare tantissime cose, altrimenti perderemo anche la partita col Napoli”.

Letture Consigliate