Le 5 mete sciistiche italiane da non perdere nel 2018

VarieLe 5 mete sciistiche italiane da non perdere nel 2018

Dalle celebri Dolomiti alle pendici dell’Etna, tutto il territorio italiano offre mete sciistiche attrezzate e con piste per tutti i livelli

Le mete sciistiche più frequentate sono quelle dei comprensori sciistici alpini, specialmente in inverno, grazie alla presenza di ghiacciai e neve naturale spesso anche in estate.

Quindi, dopo aver prenotato una di queste località meravigliose per la propria settimana bianca nel 2018, è il momento di pensare all’equipaggiamento e all’abbigliamento: tute, giacche e pantaloni, occhiali, guanti da sci. Su siti specializzati simili a Addnature si possono trovare informazioni approfondite su guanti e accessori.

Ma quali sono le mete sciistiche da non perdere per il 2018 in Italia? Scopriamolo in questa breve panoramica.

  1. Il Sestriere

Il versante italiano di questa celebre montagna si trova in provincia di Torino e offre uno dei comprensori più moderni a attrezzati d’Italia ma anche di tutta Europa, tanto che nel 2006 ha ospitato le gare di sci alpino delle Olimpiadi invernali. A disposizione degli sciatori, più di 85 km di piste, che comprendono anche percorsi specifici per lo snowboard che rientrano nel più grande circuito della cosiddetta “Via Lattea”, con più piste per più di 400 km in totale.

  1. Livigno

La rinomata località sciistica della Valtellina, in provincia di Sondrio e a oltre 1.800 metri sul livello del mare, si conferma anche per il 2018 una delle mete più gettonate, complici i suoi 115 km di piste, gli snowpark attrezzati dedicati a snowboarder e freeskier, ma anche la moderna offerta ricettiva con hotel di altissimo livello, il benessere offerto dalle terme di Bormio e lo shopping senza tasse in tutti i negozi della zona.

  1. Tarvisio

Il cuore della Carnia, la regione montana del Friuli Venezia Giulia in provincia di Udine, offre piste con panorami mozzafiato, tanta varietà grazie a percorsi dedicati sia agli amatori che ai più spericolati, e soprattutto la possibilità di sciare in paesaggi immersi in boschi incontaminati, con neve sempre naturale grazie al fatto che qui il clima è più freddo rispetto alle altre località montagne del nord Italia. Il borgo medievale di Tarvisio poi, offre storia, cultura e una cucina molto saporita.

  1. Roccaraso

La perla dell’Abbruzzo in provincia dell’Aquila è nota da sempre per le piste, per i bellissimi panorami e per la magia dei boschi dell’Appennino. Per il 2018, Roccaraso conferma i suoi 60 km di piste da fondo e 130 km di piste per le discese, e uno skipass unico anche per le località limitrofe come Rivisondoli. Roccaraso vanta l’impianto di innevamento più grande in Italia, ovovie e seggiovie di design e tante proposte di accoglienza per gruppi, coppie, famiglie e diversamente abili.

  1. L’Etna

Con i suoi oltre 3 km di altezza, il vulcano attivo più grande in Europa offre molti impianti moderni per sciare sia sul lato nord che sul lato sud delle sue pendici. Un luogo unico davvero, in cui il territorio vulcanico si armonizza con la neve, permettendo di sciare con panorami a picco sul mare. Il lato nord con le piste di Nicolosi è più brullo, mentre quello sud, Piani di Provenzana, è ricoperto di pinete.

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
62,523
Totale di casi attivi
Updated on 25 July 2021 - 11:52 11:52