Milan, Caldara è un dramma: altro infortunio e rischio operazione



caldara
Foto: Instagram Mattia Caldara

La stagione di Mattia Caldara al Milan non è mai iniziata e l’assenza rischia di prolungarsi fino al 2019; rischia l’operazione per una lesione al tendine

Dopo lo scambio tra Bonucci e Caldara tra Milan e Juventus, in molti si sono chiesti chi avesse fatto l’affare migliore. Ad oggi, la risposta è chiara e netta: la società bianconera. Infatti, il difensore ex-Atalanta non è mai sceso in campo con la maglia del Milan in Serie A (soltanto in Europa League contro il Dudelange).

Non per una scelta tattica di Gattuso, ma perché Caldara ha subito una serie di infortuni che lo stanno tenendo fuori dal campo e dagli schemi. Per ultimo, quello rimediato sabato nell’allenamento di rifinitura prima della Samp. Un problema che lo stesso Rino aveva già analizzato, ipotizzando altri 2 mesi di stop.

Ma ieri, il giovane difensore rossonero ha effettuato gli esami di rito presso il MilanLab e l’esito è stato peggiore del previsto. Questo il comunicato:

AC Milan comunica che Mattia Caldara, in seguito all’infortunio procuratosi durante l’allenamento di sabato scorso, è stato sottoposto a degli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione parziale del tendine achilleo ed una lesione della giunzione mio-tendinea del muscolo gemello mediale del polpaccio destro. Il giocatore dovrà rimanere a riposo con arto in scarico e con tutore per tre settimane, periodo in cui verrà sottoposto a rivalutazioni specialistiche a migliore definizione dell’iter terapeutico e prognostico“.

Dunque è seria l’ipotesi che Caldara possa essere visitato da uno specialista per un’eventuale operazione futura. Questo vorrà dire che non tornerà neanche per l’inizio del 2019, anzi la sua stagione potrebbe terminare precocemente. Il Milan e lo stesso ex-Atalanta fanno gli scongiuri.

Leggi anche