9 Maggio 2022 - 10:21

180 minuti di fuoco per Milan e Inter nella lotta Scudetto

Continua la sfida tra Milan e Inter per la conquista dello Scudetto. Le due contendenti al titolo non vogliono cedere il passo fino all’ultimo momento, andando sempre al massimo per ottenere i 3 punti ad ogni giornata.

scudetto

Continua la sfida tra Milan e Inter per la conquista dello Scudetto. Le due contendenti al titolo non vogliono cedere il passo fino all’ultimo momento, andando sempre al massimo per ottenere i 3 punti ad ogni giornata.

A nulla è servita la vittoria dei nerazzurri di venerdì, dato che i rossoneri hanno poi espugnato lo stadio del Verona, ottenendo per la prima volta due vittorie contro i gialloblù nella stessa stagione dopo due decadi.

Memori dello scontro tra Lukaku e Ibrahimovic della passata stagione, le due milanesi hanno solo 180 minuti per cercare di togliere all’altra sponda di Milano la vittoria della Serie A 2021-2022. Tre ore che però potrebbero diventare solo una e mezza dato che, in caso di errore da parte dell’Inter e di un proprio successo, il Milan potrebbe festeggiare lo Scudetto con una giornata di anticipo.

Leggendo le quote sulla favorita – disponibili sui siti di scommesse con licenza ADM, che forniscono anche un bonus benvenuto scommesse – il Milan ora è dato ancora più come papabile vincente del campionato, a discapito dell’Inter la cui quota si è alzata nelle ultime ore, in seguito al trionfo degli avversari per 3-1 contro il Verona.

Entriamo però nello specifico di quelle che sono le ultime partite rimaste da giocare per entrambe le squadre, in questo lungo cammino che le accompagna da settembre verso il 19° Scudetto, nel caso del Milan – che eguaglierebbe il numero di titoli ottenuti dall’Inter – o verso il 20° e quindi seconda stella d’oro per l’Inter – che andrebbe a bissare il campionato ottenuto nella passata stagione.

Questo fine settimana, il primo a scendere in campo sarà il Milan che ospiterà l’Atalanta di Giampiero Gasperini. I rossoneri hanno vinto gli ultimi due scontri con la compagine bergamasca, ma non senza sofferenze per quanto riguarda la partita dell’andata, finita con il successo in esterna della squadra di Pioli per 3-2.

L’Atalanta, dal canto suo, deve cercare di mantenere il settimo posto conquistato contro lo Spezia nella giornata appena conclusa, il quale gli garantirebbe l’accesso alla fase di qualificazione della Conference League, a discapito della Fiorentina, staccata di tre punti.

Nel posticipo di domenica sera sarà invece il turno dell’Inter che andrà in casa del Cagliari, reduce dal pareggio nello scontro salvezza con la Salernitana. I rossoblù hanno ancora qualche occasione per potersi salvare, essendo a un solo punto dalla diciassettesima posizione, detenuta proprio dai campani. I nerazzurri, però, hanno una storia molto favorevole negli ultimi incontri contro i sardi.

Ben quattro successi negli ultimi cinque match, tra cui il 4-0 rifilato all’andata nella partita di dicembre. Per gli uomini di Inzaghi – stando anche alle quote disponibili – dovrebbe essere un match facile, ma che non bisogna assolutamente sottovalutare, perché le insidie delle piccole sono sempre dietro l’angolo.

Se la sfida si protrarrà quindi fino all’ultima giornata, il Milan dovrà andare a Reggio Emilia per affrontare il Sassuolo contro cui ha perso per 3-1 nella partita d’andata. Data la forma dei neroverdi, però, non è scontato che il loro risultato possa essere altrettanto pesante, visto che i 3 punti mancano ormai da un mese.

L’Inter, invece, ospiterà la Sampdoria contro cui ha rimediato un pareggio nella partita d’andata, chiudendo il match per 2-2. Se da un lato il Sassuolo non ha più obiettivi importanti da raggiungere in classifica, i blucerchiati potrebbero essere ancora in lotta per la salvezza.

Un fattore da tenere in considerazione è anche la classifica avulsa. Questo perché nel caso in cui l’Inter vincesse entrambe le partite e il Milan ottenesse un pareggio e un trionfo, le due milanesi chiuderebbero a pari punti.

A quel punto a conquistare lo Scudetto sarebbero i rossoneri, dato che hanno racimolato più punti negli scontri diretti, grazie al pareggio dell’andata, ma soprattutto il successo del ritorno.