Roma-Verona
Foto: YT AS Roma

Henrikh Mkhitaryan ha convinto anche i più scettici con partite di alta qualità. L’armeno ha svoltato la trequarti della Roma: manca un gol per la doppia cifra

La Roma nella seconda parte di stagione ha trovato in Mkhitaryan il punto di riferimento per risolvere le partite. L’armeno ha imposto la sua qualità sulla trequarti con prestazioni di alto livello. La sua capacità di dialogare con Dzeko e fare da collante tra centrocampo e attacco fa di lui un pietra prezioso in mano a Fonseca.

Dopo un complicato periodo di ambientamento in Italia e una serie di infortuni, Mkhitaryan ha trovato continuità. Il suo rendimento recita: 9 gol e 4 assist in 20 partite totali, 14 dal primo minuto. L’ex Arsenal nella sua zona preferita, la trequarti, ha mostrato la sua classe. Per la prossima stagione, può diventare uno dei punti di riferimento essenziali per cercare di qualificarsi in Champions League, magari mostrando un impatto decisivo dall’inizio del campionato.

L’armeno al termine del match contro l’Inter è intervenuto a Roma TV: “Nella ripresa abbiamo giocato bene sia in difesa che in attacco, abbiamo avuto diverse occasioni per segnare. Nel finale abbiamo perso concentrazione e subito il gol”.

Mkhitaryan ha risposto ad una domanda sul nuovo modulo utilizzato dalla Roma, il 3-4-2-1: “Giochiamo così da 5 partite, facciamo di tutto per migliorare. Facciamo ciò che chiede il mister, siamo sulla strada giusta: sono sicuro che possiamo fare bene”.