Mongolia, allerta “peste bubbonica”: 2 morti e 158 contagiati

peste bubbonica
immagine da Pixabay

Mongolia, allerta in tutta la regione dopo che 2 turisti sono morti a causa di peste bubbonica dopo aver mangiato carne di marmotta cruda

Allarme peste bubbonica – In Mongolia una coppia di turisti di nazionalità kazaka è morta per aver contratto la peste bubbonica dopo aver mangiato carne di marmotta cruda. Le autorità locali hanno bloccato decine di turisti come misure di quarantena prese come precauzione per evitare la diffusione del contagio. Il Dipartimento Federale Affari Esteri (DFAE) ha confermato le misure precisando però come nessuno dei fermati sia in pericolo di vita.

Secondo il Siberian Times sarebbero 158 le persone entrate in contatto con la coppia in modo diretto o indiretto e sono ora sotto stretta osservazione. Il tragico evento si è verificato nonostante i continui moniti delle autorità locali che hanno messo in guardia dalla carne di marmotta cruda che può veicolare il batterio “Yersinia Pestis”.

La peste, malattia infettiva che colpisce il sistema linfatico, ha causato milioni di morti per millenni. Nel corso dei secoli il batterio è diventato sempre meno diffuso e tra il 2010 e il 2015 sono stati denunciati solo 3248 casi in tutto il mondo. Curata con tempestività, la peste bubbonica non è più mortale ma se trascurata può portare al decesso nel giro di 24-78 ore.