Morto Alfredo Biondi, fu Ministro nel Berlusconi I



alfredo biondi
screenshot da YT

Alfredo Biondi, Ministro della Giustizia nel primo Governo Berlusconi, è venuto a mancare questa mattina. Fu l’autore del decreto “salvaladri” del 1994

Lutto nel mondo della politica. Nelle ultime ore è venuto a mancare Alfredo Biondi, ex Ministro della Giustizia del primo Governo Berlusconi e vicepresidente della Camera dei Deputati. L’avvocato, che avrebbe compiuto 92 anni il prossimo lunedì, era malato da tempo e lo scorso dicembre aveva perso il figlio 62enne Carlo.

Il nome di Alfredo Biondi è noto anche per il famoso “Decreto” del 1994 che porta il suo nome e che ha generato molte polemiche in una Italia sconvolta dal terremoto di Tangentopoli. Il 13 Luglio di quell’anno, infatti, il Governo Berlusconi aveva varato un provvedimento che vietava la custodia cautelare in carcere per i reati contro la Pubblica Amministrazione e quelli finanziari, inclusi corruzione e concussione, i reati principali contestati dal pool di Milano.

Il decreto, giudicato “ad personam”, o anche “ad classem”, rendeva quindi impossibile procedere in via cautelare contro gran parte del mondo politico indagato da Di Pietro, Davigo e Colombo. Proprio in aperto contrasto con il “Decreto Biondi”, il pool si auto-sciolse con un comunicato duro letto in diretta nazionale dallo stesso Antonio Di Pietro. Il decreto, noto anche con il nome di “salvaladri”, non venne poi trasformato in legge per manifesta incostituzionalità sull’onda delle proteste popolari.

Leggi anche