Lozano
Twitter Napoli

È terminata la sfida al Maradona tra il Napoli e lo Spezia con una poco convincente vittoria dei padroni di casa. I fantasmi della crisi sono ancora lì?

Partita strana al Maradona. Il Napoli ha vinto per 4-2 contro uno Spezia falcidiato dagli infortuni e dalle assenze. Il primo tempo degli azzurri è stato semplice poesia: gioco facile, rapido, palla a terra e quattro gol.

Prima Koulibaly di tacco a due metri dalla porta, poi Lozano pescato in profondità da un lancio di Demme, successivamente Politano servito alla perfezione da Zielinski e infine Elmas hanno condotto una prestazione a dir poco cinica e sontuosa. Spezia spento, scialbo e mai ingrado di impensierire la difesa del Napoli.

Nella ripresa, però, qualcosa cambia. Gattuso richiama in panchina Lozano, autore fino a questo momento di una prestazione sfavillante, e fa entrare Mertens ancora acciaccato. Il Napoli comincia pian piano a perdere colpi e lo Spezia sale sempre di più. La prima rete delle Aquile arriva al 70′ con Gyasi che è attento e sfrutta bene un cross teso e invitante di Acampora. Tre minuti più tardi è ancora Acampora a trovare il raddoppio con una conclusione di sinistro deviata da Manolas.

Napoli ancora vittima di quei fantasmi che per troppo tempo ne hanno fatto carne da macello per molte squadre. Prima brillante, poi decisamente troppo arrendevole al primo scossone subito.

La sfida al Maradona è terminata e il Napoli ha vinto per 4-2 aggiudicandosi il passaggio alle semifinali di Coppa Italia dove affronteranno una rinvigorita Atalanta. La sensazione, però, è che questo Napoli, con questo atteggiamento, non può andar lontano.

Tabellino e marcatori

Marcatori: 5′ Koulibaly; 20′ Lozano; 30′ Politano; 40′ Elmas; 70′ Gyasi; 73′ Acampora.
Ammoniti: 10′ Lozano (atterramento); 61′ Mario Rui (atterramento)

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Elmas (69′ Osimhen), Demme, Zielinski (69′ Lobotka); Politano (88′ Di Lorenzo), Lozano (46′ Mertens)(88′ Bakayoko), Insigne.
Allenatore: Gattuso.

Spezia (4-3-3): Krapikas; Vignali (74′ Ramos), Terzi, Ismajili, Dell’Orco (46′ Bastoni); Estevez (46′ Leo Sena), Ricci, Acampora; Verde, Galabinov (46′ Agudelo), Gyasi (74′ Farias).
Allenatore: Italiano.