botticelli

Il giovane con in mando una medaglia è il quadro di Botticelli battuto all’asta per l’esorbitante cifra di 92 milioni di dollari

L’Italia del Rinascimento incanta a distanza di secoli. E’ passato oltre mezzo millennio, ma l’arte di Sandro Botticelli resta ancora apprezzata e amata. Nelle utlime ore infatti un giovane fiorentino del Quattrocento sta facendo il giro del mondo. Giovedì, in un’asta Sotheby’s a New York, il ritratto di «Giovane uomo con in mano una medaglia» dipinto dal celebre pittore Botticelli è stato battuto per l’iperbolica cifra di 92.184.000 dollari.

Potrebbe interessarti:

Il dipinto è stato realizzato intorno al 1480 a Firenze, nel pieno del Mecenatismo di Lorenzo de’ Medici detto il Magnifico. “Il dipinto di Botticelli è così profondamente intriso dello spirito della Firenze del XV secolo che non avrebbe potuto essere dipinto da nessun’altra parte” sottolina lo storico dell’arte Andrew Graham Dixon.

Completo mistero sull’identità del giovane raffigurato. Forse un membro dell’intellighenzia umanista fiorentina e quindi collegato alla cerchia di Lorenzo. Secondo alcuni potrebbe essere Pierfrancesco de’ Medici, il fratello di Lorenzo. Una cosa è certa. Questo capolavoro è riuscito a salvarsi dai successivi e terribili anni fiorentini. Dopo la morte di Lorenzo, il domenicano frate Girolamo Savonarola prefigura la fine del mondo. Tutto deve essere purificato.
Lo stesso Botticelli consegna molte sue opere ai celebri “falò delle vanità” , preservando però capolavori unici come la «Primavera» e la «Nascita di Venere» dello stesso Botticelli. Forse, secondo Dixon, la presenza nel tondo che il giovane tiene in mano di un’immagine sacra può averlo salvato dalla distruzione.

Il record d’asta precedente per un’opera di Botticelli era di 10,4 milioni di dollari per la cosiddetta “Madonna Rockefeller“. Sotheby’s in questa occasione non ha ufficialmente rivelato l’identità del venditore.

Letture Consigliate