Nicky Haiden, guidatore condannato e senza più patente

Nicky Heiden

L’automobilista che nel maggio del 2017 travolse ed uccise Nicky Heiden è stato condannato in primo grado ad un anno di reclusione. Ma non andrà ancora in carcere

Nel maggio 2017 Nicky Heiden fu travolto ed ucciso da un automobilista a Rimini, che si trovava a bordo di una Peugeot.

Come ha scritto La Gazzetta dello Sport il pilota americano era uscito ad allenarsi in bicicletta quando l’automobilista di Morciano, allora 30enne, lo investì.

Pare che non avesse neanche rispettato lo stop, ma che Heiden viaggiasse aduna velocità superiore ai 50 Km/h. 

A conclusione del processo in primo grado il guidatore è stato condannato ad un anno di reclusione più ritiro della patente e pagamento delle spese processuali. Ma i suoi legali vogliono ricorrere in appello. 

Questa condanna non è molto diversa da quella richiesta dal PM Paolo Gengarelli, pur considerando tutte le attenuanti del caso.

La famiglia della vittima, che aveva avanzato richiesta di 6 milioni di euro di risarcimento, affronterà un ulteriore processo in sede civile.