#Oancheno – la disabilità come non si è mai vista



#Oancheno

#Oancheno il video che racconta in rete gli stereotipi sulla disabilità e la passione per la batteria di Giuseppe

#Oancheno è una denuncia sociale che racconta in un video la disabilità come non l’avete mai vista. Parte con il classico racconto sul tema della disabilità. Chi sono e cosa fanno questi “disabili”, “diversamente abili” e, come li hanno etichettati per diversi anni, “handicappati”.

I soliti detti e non detti, che ci si racconta in loro assenza, pensieri, sottigliezze, aperture che si trasformano subito in chiusure raccontati da giovani rampanti, nonnine agguerrite e il classico uomo di strada accompagnato dalla mitica casalinga di “Voghera”.

Pensieri che vengono abbattuti dalla forza e dalla sonorità del giro di batteria di Giuseppe, rockettaro nel cuore e affetto da Sindrome di William. Un giro di batteria, un sorriso timido che ti chiarisce facilmente l’idea che il “saper essere” coincide con il “saper fare”. La Sindrome di William è una malattia genetica rara, quindi poco conosciuta, che comporta una serie di deficit fisici oltre che ritardi nelle fasi apprendimento e della crescita.

Il video #Oancheno prova a viralizzare la rete da maggio 2014 con il suo messaggio di denuncia sugli stereotipi collettivi, ma che è altro da quello che tutti vogliono vedere. Un incitamento a guardare diversamente alla disabilità, ancora legata fortemente al retaggio della carrozzella, dell’immobilismo e del buonismo natalizio.

#Oancheno è prodotto dalla Cooperativa Arcobaleno Frascati e Ladri di Carozzelle realizzato da Matteo Cosorich, Emanuele Lucci e Mario Savina mentre le musiche sono di Dan-O.

I Ladri di Carozzelle, nascono nel 1989, dopo una vacanza in un villaggio turistico di alcuni ragazzi che scoprono la comune passione per la musica. Tornati in città, a Roma decidono di dare vita a un gruppo musicale. Quasi tutti i fondatori sono persone con disabilità, ma con lo stesso sogno: diventare una rock band. E, come tutte le rock band, potete seguirli che sul loro sito internet #oancheno sulla loro fan page di Facebook.

Leggi anche