La Ocean Viking sbarcherà a Lampedusa: il sindaco non ci sta



migranti Ocean Viking
immagine da Pixabay

E’ stato individuato in Lampedusa il “porto sicuro” in cui far sbarcare gli 82 migranti a bordo della Ocean Viking. Il sindaco Martello: “L’isola non è la soluzione a tutto”

Dopo che ieri da Palazzo Chigi il Premier Giuseppe Conte aveva sollecitato una pronta soluzione del caso della Ocean Viking, oggi si è individuato in Lampedusa il “porto sicuro” presso cui far sbarcare gli 82 migranti a bordo della nave di Medici Senza Frontiere e Mediterranea Saving Human.

Mentre resta da capire se la nave sarà fatta entrare direttamente in porto o se i migranti saranno trasportati con le motovedette della Guardia Costiera, il Governo italiano spinge sulla cooperazione internazionale per la risoluzione dell’emergenza migratoria: “E’ finita la propaganda, torna la politica e le buone relazioni internazionali” dice il capo delegazione dem Franceschini a cui fa eco il Ministro degli Esteri e capo politico del M5S Luigi Di Maio: “L’obiettivo di questo Governo e del precedente era che anche gli altri Paesi europei se ne facessero carico. Restano per noi fondamentali gli investimenti sui Paesi di provenienza e l’accordo sui rimpatri, di pari passo con la cooperazione internazionale“.

Non è la soluzione a tutto

All’appello del Governo italiano hanno prontamente risposto Francia e Germania che si sono dette pronte ad accogliere ognuna il 25% dei migranti a bordo della Ocean Viking.

Ma non sono mancate le polemiche: aspre, in particolare, quelle del Sindaco di Lampedusa Salvatore Martello:

20 Miglia da Linosa significa essere in Sicilia, non a Lampedusa. L’Isola non puo’ essere la soluzione a tutto, accoglienti sì, cretini no.

Leggi anche