Oggi è la Giornata Mondiale della Gentilezza



gentilezza
pixabay

La gentilezza è un boomerang benevolo: fa bene a chi lo lanci e ti ritorna sempre indietro, per cui festeggiamo la Giornata Mondiale della Gentilezza

La gentilezza è una virtù importante e rara al giorno d’oggi, ecco perché, dal 1998, il 13 novembre ricorre la World Kindness Day, giorno di spicco della World Kindness Week. Nata in Giappone grazie al Japan Small Kindness Movement, fondato nel 1988 a Tokyo, si è diffusa, da lì, in tutto il mondo. L’attenzione e il rispetto verso il prossimo, la pazienza, i piccoli gesti, l’ascolto dei bisogni degli altri senza dimenticare i propri, queste le macro-categorie da seguire e rispettare nel giorno in cui siamo tutti più gentili. Si parla di gentilezza anche come “urbanità“, intesa, però, come modalità di comportamento che ci fa vivere in società, armonizzandoci con essa nell’ordine di renderci partecipi per crearla a nostra immagine e somiglianza, adattarla a noi affinché sia un posto benigno ed accogliente.

Istituire, però, la giornata (e la settimana) mondiale della gentilezza, ci rende consapevoli di quanto tutta questa nostra società non sia quello di cui vorremmo circondarci. Insomma, un giorno su 365 per ricordarci di essere gentili, e gli altri? Forse è solo una scusa per far provare il brivido e l’appagamento del dare gentilezza, perché, una volta provato sulla propria pelle, non se ne può più fare a meno. Perciò, almeno oggi, meno caffè e più camomilla. Siate gentili.

Leggi anche