“Quello che ha preso la signorina!”, ovvero orgasmo a pranzo

orgasmo

“Quello che ha preso la signorina!”: quando un finto orgasmo svela una grande verità. Analisi della scena tratta da Harry ti presento Sally 

«Tutti gli uomini giurano che a loro non è successo mai e tutte le donne prima o poi hanno finto!». Quest’affermazione precede l’orgasmo cinematografico più famoso della storia del cinema, il culmine di una delle scene cult più divertenti, tratta dal film di Rob Reiner, When Harry Met Sally (Harry ti presento Sally) del 1989.

La scena è tecnicamente molto semplice, basata sostanzialmente su un campo/contro campo, tipicamente utilizzato per mettere in scena i dialoghi dei personaggi e questo film è molto dialogato. Harry ti presento Sally si regge tutto sulle conversazioni che i personaggi hanno nel quotidiano, sempre legate allo stesso tema: i rapporti amorosi. Questo tema si lega in realtà al problema principale del film: esiste l’amicizia tra uomo e donna?
Sulla base di questa domanda i due protagonisti, interpretati da Billy Chrystal e Meg Rayan discutono spesso del rapporto uomo/donna, sulla base delle proprie esperienze.

orgasmo
Scena del finto orgasmo

La scena dell’orgasmo parte proprio da una di queste discussioni. I due protagonisti sono al ristorante, Harry è convinto di essere bravo a letto per il semplice fatto che, come dice, «Nessuna si è mai lamentata!», ma Sally, tipica donna americana indipendente di quel periodo sa perfettamente che Harry si sbaglia e decide di scuoterlo dalla sua ignoranza con un “orgasmo morale”, calpestando il suo orgoglio e quello di tutti gli uomini, dimostrandogli che le donne possono fingere un orgasmo e quindi che i maschietti non dovrebbero essere così sicuri della loro performance, ma curarsi di più del fatto che dall’altra parte c’è una persona vera e non la “donna perfetta” di Frank Oz, un robot che produce orgasmi a comando, semplicemente inserendo l’apposito “gettone”.
Questa scena non è semplicemente un momento comico, ma apre le porte a una questione importante: l’orgasmo vaginale non esiste!
Sally dimostra che il maschio etero non ha ancora capito che cosa stia succedendo, se è convinto che con la semplice penetrazione può portare la donna all’estasi. Inoltre si dimostra che l’uomo non è in grado d’interpretare alcun suono emesso dalla dorgasmoonna, parola o gemito che sia. Si dimostra che la donna è padrona di se stessa e conduce i giochi. Fino a questo momento l’uomo andava forte, era sicuro di sé, dopo questa scena, passata alla storia tutti gli uomini hanno cominciato a farsi qualche domanda in più sotto le lenzuola.

Qui si parla di una dichiarazione di femminismo, l’uomo è in una posizione di svantaggio rispetto alla donna. Harry rimane ammutolito di fronte a questa dimostrazione, come lui tutti i clienti del ristorante che si fermano stupiti, tutti tranne la signora che alla fine chiede al cameriere: «Quello che ha preso la signorina!».