Paola Perego ritorna in tv dopo 10 mesi: “Entrare in studio mi spaventa”



paola perego

Paola Perego ritorna in tv con Superbrain, il nuovo format di Rai 1 in onda da venerdì 12 gennaio. La conduttrice televisiva ha però dichiarato di avere paura

Paola Perego ritorna in tv con Superbrain, il nuovo format di Rai 1 che andrà in onda a partire da venerdì 12 gennaio. Riparte così la conduttrice televisiva, con un nuovo programma, dopo 10 mesi di assenza sul piccolo schermo a causa di un incidente che le stava costando la carriera ventennale nell’entertainment.

“È un rientro completamente diverso dagli altri. Di notte ho gli incubi, ho molta paura, una paura irrazionale. L’idea di entrare in studio mi spaventa. Penso al primo ingresso, ai primi cinque minuti…”, rivela la Perego in un’intervista esclusiva al Corriere della Sera.

Lo scorso marzo la conduttrice fu esclusa dalla televisione e il suo people show di allora, Parliamone… sabato, è stato chiuso dopo le numerose polemiche sui social su un servizio mandato in onda. Quello della famosa lista shoc che elencava 6 motivi per scegliere una fidanzata dell’est a discapito delle italiane. Su Twitter è istantanea la bufera che si scatena. La Perego e il suo programma vengono accusati di sessismo e si assiste ad un generale clima di sdegno nel pubblico.

“Mi ha ferito esser stata accusata di sessismo dopo che da sempre porto avanti una battaglia a favore delle donne. Ho cercato di farlo in tutti i miei programmi e lo faccio nella mia vita privata. Per la prima volta nella mia vita mi sono vergognata di uscire di casa perché avevo paura che gli altri pensassero io fossi una brutta persona.”

Venerdì inizierà un nuovo debutto per la presentatrice di Rai 1, che in quattro puntate in prima serata dimostrerà di essere tornata in tv più grintosa di sempre.

“Il programma è molto carino, la cosa interessante è che ci sono delle persone che hanno delle capacità mentali particolari e riescono a fare delle cose straordinarie. È uno spettacolo emozionante; è curioso e tenero anche perché dietro ogni persona c’è sempre una storia che è bella da raccontare.”

Leggi anche