Papa Francesco
Immagine tratta da Pixabay

Una dolorosa sciatalgia non lascia tregua a Papa Francesco. A sostituirlo sarà il monsignor Rino Fisichella. Ecco le condizioni di salute

A causa del ripresentarsi della sciatalgia, la celebrazione di domani mattina presso l’Altare della Cattedra della Basilica Vaticana non sarà presieduta dal Santo Padre, ma da Mons. Rino Fisichella“, ha spiegato il direttore della Sala Stampa della Santa Sede Matteo Bruni. Da anni, Papa Francesco è afflitto da una dolorosa sciatalgia “dolorosissima, dolorosissima! Non la auguro a nessuno” ha raccontato Sua Santità in un’intervista. Oggi più che mai, le sue precarie condizioni di salute hanno impedito al pontefice di prendere parte ad alcuni appuntamenti.

Papa Francesco guiderà invece la preghiera dell’Angelus nella Biblioteca del Palazzo Apostolico domani alle 12 come previsto“, si legge nella nota vaticana. Invece, come annunciato già in precedenza, l’incontro con il Corpo Diplomatico di lunedì 25 gennaio è rimandato, mentre i Vespri per la conclusione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani nella Basilica di San Paolo saranno presieduti da Sua Eminenza il Card. Kurt Koch

Le condizioni di salute avevano fatto saltare a Papa Francesco anche i riti di fine e inizio anno, infatti, nella nota pubblicata a fine dicembre, si legge: “I Primi Vespri e Te Deum di questa sera, 31 dicembre 2020, saranno presieduti dal cardinale Giovanni Battista Re, Decano del Collegio Cardinalizio, mentre la messa sarà presieduta dal Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato. Domani, Papa Francesco guiderà comunque la recita dell’Angelus dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico, come previsto“, spiega ancora Bruni.

Per alleviare il dolore, Papa Francesco si sottopone a massaggi e iniezioni alla gamba.