Partito Democratico, condannata l’ex sottosegretaria Barracciu

Barracciu

Il Tribunale di Cagliari ha condannato l’ex sottosegretaria alla cultura del Partito Democratico, Francesca Barracciu, per peculato aggravato. Il pubblico ministero aveva richiesto 5 anni di carcere

project adv

L’ex sottosegretaria alla cultura del Partito DemocraticoFrancesca Barracciu, è stata condannata in primo grado dal Tribunale di Cagliari a 4 anni di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici. L’ex consigliera regionale era accusata di “peculato aggravato nell’ambito dello scandalo sui fondi destinati ai gruppi del Consiglio regionale della Sardegna e spesi per fini non istituzionali”.

La sentenza è stata pronunciata dalla seconda sezione del Tribunale dopo un’ora e mezza circa di camera di consiglio.
Il pubblico ministero Marco Cocco aveva inizialmente richiesto, per l’imputata, 5 anni di reclusione. La pena è stata però ridotta, a causa delle attenuanti generiche del caso.

Non è una sentenza politica. L’avermi messa ad affrontare questo processo in solitudine, rispetto ai miei colleghi credo che abbia dei profili di dubitabilità importanti. Non penso a un complotto, ma voglio anche ricordare questo: mi sono addormentata il 30 settembre del 2013 alle 2 del mattino, candidata alla presidenza della Regione e alle 8 del mattino del 1 ottobre avevo l’avviso di garanzia in casa. Non ho altro da aggiungere” ha dichiarato ai microfoni dei giornalisti la Barracciu.

Parole confermate anche dal suo legale, l’avvocato Franco Luigi Satta: “Dall’accusa non ho sentito una parola in diritto. Questo è quello che accade a fare le cavie. Ora faremo appello.

 

Video del giorno