Pierpaolo Pretelli

Da Maratea (PZ) al bancone di “Striscia”, Pierpaolo Pretelli al GfVip la sua vittoria l’ha avuta e si chiama Giulia Salemi

“Sono felicemente innamorato”: risponde così Pierpaolo Pretelli quando gli chiedo quanto sia felice di aver trovato la sua “giulietta”, alias Giulia Salemi, dentro la Casa del Grande Fratello Vip 5. Ed io ci credo, ci credo fermamente, perchè mi sembra di vedere gli occhi di Pierpaolo che brillano mentre ne parla e perchè a un certo punto smetto di contare le volte in cui il nome di Giulia fa capolino nella nostra chiacchierata telefonica, lui direttamente da uno studio di registrazione, io dalla stanza della mia casa in Lucania, la nostra Lucania.

Potrebbe interessarti:

Ed è proprio da lì, che parte il nostro racconto.

Quanto pensi che le tue origini abbiano contribuito a formare il tuo carattere?

Sono cresciuto a pane, scuola e mare d’estate. Per il resto, ho avuto una vita molto sedentaria. Non ho mai dato grossi problemi ai miei, pensa che in discoteca per la prima volta ci sono andato che avevo venti o ventuno anni. Mia madre e mio padre mi hanno insegnato l’importanza dei sacrifici e l’etica del lavoro. E poi l’umiltà… insieme al rispetto, per me è basilare. Sono un ragazzo semplice, e penso che siano queste le caratteristiche che mi hanno portato fino alla fine del Gf e a ricevere l’affetto straordinario di molte, moltissime persone.

Giovanissimo ti sei trasferito a Roma per studiare e lavorare. Com’è stato il passaggio da una piccola cittadina, alla Capitale?

Guarda, fortunatamente sono uno che si adatta facilmente: ad un certo punto Maratea cominciava a starmi stretta e poi ho sempre sognato di vivere in una grande città, anche per le opportunità che offre.

E la tv com’è entrata nella tua vita?

Decisamente per caso: ad alcuni miei amici del lavoro era arrivata una mail da parte di “Striscia la Notizia”. Io non sapevo neppure che cercassero degli uomini da mettere al posto delle Veline donne. Quella mail l’ho mandata per gioco: in pochi giorni sono andato e tornato da Milano per il provino, e poi mi hanno richiamato a stretto giro per dirmi che ero stato preso!

Chissà che emozione: sei entrato nella storia della tv come il primo Velino uomo di “Striscia la Notizia”…

Assurdo, vero? E’ stato assurdo, per me che venivo da una realtà piccola, trovarmi nel giro di pochissimo tempo al fianco di personaggi come Michelle Hunziker e Antonio Ricci, sembrava tutto un sogno e io speravo di non svegliarmi. Ho bellissimi ricordi di quel periodo: l’altro giorno sono tornato negli studi di “Striscia” per salutare tutti ed è stato come tornare a casa, da una seconda famiglia. Ho ripensato con tenerezza al me ventitreenne ancora inesperto ma spensierato.

Ed Elia Fongaro (suo compagno di bancone a Striscia, ndr.) lo senti ancora? Ti ha dato dei consigli su come affrontare il Gf, lui che ci è passato prima di te?

Ci sentiamo spesso, e ricordiamo con piacere un periodo della nostra vita che abbiamo condiviso in estrema spensieratezza. Grandi consigli prima del Gf non me ne ha dati ma mi ha detto una cosa importantissima: “Se sarai te stesso, per come ti conosco io, arriverai lontano. Ed in effetti aveva ragione…

A proposito di consigli: tu tendi ad ascoltare gli altri o fai sempre e comunque di testa tua non ascoltando nessuno?

Dipende dai casi: in alcune decisioni mi consulto molto con la mia famiglia, ho un rapporto bellissimo – ad esempio – con mia zia, la sorella di mia madre, per altre sento anche gli amici. Di base però sono uno che agisce molto con la sua testa, magari sbaglierò, ma avrò sbagliato solo io. Non mi tiro indietro di fronte alle mie decisioni, e penso di averlo dimostrato anche durante il Grande Fratello Vip quando, con Giulia, sono andato contro un parere familiare che io non condividevo.

Un gossipparo di razza come me non può lasciarsi sfuggire quest’assist: quanto sei felice di aver trovato la tua “Giulietta”?

Sono felicemente innamorato. Il nostro è un amore speciale, ci fidiamo l’uno dell’altra e ci stimiamo reciprocamente. Ci sentiamo ogni due minuti, facciamo videochiamate. Vogliamo viverci e vederci sempre tanto: io, dal canto mio, spero di lavorare sempre più a Milano per vederla, e lei spera di fare sempre più cose a Roma per starmi vicino (ride, ndr.). Sai, il secondo prolungamento del Gf è stato difficile da metabolizzare, ma poi penso che se non ci fosse stato io non avrei conosciuto Giulia e allora mi dico che va benissimo così.

Che bello sentirti innamorato. Fammi sognare: hai già immaginato il momento in cui il tuo Leo conoscerà Giulia? Vorrei essere lì quando accadrà…

(Ride, ndr). Sicuramente si troveranno molto bene. In verità, confesso che non ho mai fatto conoscere nessuna delle mie fidanzate a Leo (il figlio che Pierpaolo Pretelli ha avuto da Ariadna Romero, ndr.). Ma se con Giulia lo farò è perché credo tanto in lei, poi le piacciono tanto i bambini, e nel nostro amore.

Non solo l’amore: il tuo Grande Fratello Vip è stato caratterizzato anche da grandi amicizie. Ci sono rapporti che ti auguri di mantenere anche fuori dalla Casa?

Con Enock (Barwuah, ndr.) ho un rapporto straordinario. Poi sento spesso anche Zenga, Andrea Zelletta e Dayane, con Giulia la videochiamiamo spesso.

Ecco, a proposito di Dayane: il vostro rapporto si è evoluto nel corso del Gf: all’inizio tu, Giulia e lei non vi capivate, poi vi siete quasi alleati…

E’ vero. La morte del fratello di Dayane ha sconvolto tutti e ha cambiato le cose: in quel periodo Giulia è stata molto vicina a Dayane e lei questo l’ha apprezzato, tanto che quando Giulia è stata presa di mira con diverse nomination, Dayane è stata l’unica ad intervenire in sua difesa. Questo mi è piaciuto molto e da allora il nostro rapporto si è stretto, tanto che su Twitter siamo diventati addirittura un hashtag: i #prelemello

A proposito di Twitter, attivissimo durante questa edizione del Grande Fratello Vip, mentre tu eri ancora in Casa mi è capitato di vedere un fotomontaggio ad opera dei fan, di te e Tommaso Zorzi dietro al bancone di Striscia la Notizia: come la vedi questa eventualità?

Volerei nell’iperuranio, come dice Selvaggia Roma (ride, ndr.). A parte tutto: credo che non mancherebbe lo show, sia io che Tommy siamo persone a cui piace divertirsi e anche prendersi un po’ in giro. Anzi, guarda: facciamo un appello ad Antonio Ricci, che magari ce casca!

E nel frattempo cosa c’è nel futuro artistico di Pierpaolo Pretelli?

Vuoi sapere dove sono mentre parliamo? Sono in uno studio di registrazione: sto lavorando ad un pezzo reggaeton!

Così ci farai ballare tutta l’estate! E magari nel videoclip ufficiale ci piazzi Giulia…

Scrivilo, scrivilo, che magari ce casca pure lei (ride, ndr.)

Scripta Manent. . Ultima domanda: a parte l’amore, cosa ti lascia l’esperienza al Grande Fratello Vip?

Io dico sempre che il Grande Fratello Vip è un viaggio attorno a se stessi, in cui magari riesci anche a guardarti da fuori. Sapevo di essere una persona insicura, e sulle mie insicurezze lavorerò, magari anche con l’aiuto di Giulia. Per il resto non rinuncerò mai alla mia sensibilità e all’umiltà, che mi ha portato a ricevere un affetto allucinante da parte del pubblico, ma che soprattutto vorrò trasmettere a mio figlio.

Letture Consigliate