Pistorius è stato condannato a 6 anni di carcere per l’omicidio doloso della fidanzata Reeva Steenkamp

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Oscar Pistorius, l’ex atleta paraolimpico, è stato condannato a 6 anni di carcere per l’omicidio doloso della fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa con quattro colpi di pistola la notte di San Valentino del 2013.

Il giudice Thokozile Masipa,Pistorius, condannato a sei anni così ha emesso la sentenza tenendo conto delle attenuanti richieste dal legale dell’imputato evitandogli una pena più severa. “Credo che una lunga condanna non sia giusta, ha già trascorso del tempo in carcere e ai domiciliari ed è un ideale candidato per un programma di riabilitazione” ha cosi giustificato il giudice Masipa.

Subito dopo la lettura della sentenza, Pistorius ha abbracciato in lacrime i familiari presenti in aula ed è stato poi preso in custodia dalla polizia per essere trasferito in carcere al Kgosi Mampuru, durante il processo erano presenti anche i genitori della giovane vittima Reeva.

Ad Oscar Pistorius è stata riconosciuta una pena ben più grave rispetto a quella attribuitagli in primo grado, ove al termine era stato condannato a cinque anni. L’accusa aveva richiesto la pena massima, vale a dire 15 anni di carcere, ma i giudici hanno ritenuto applicabili diverse attenuanti.

Pistorius, condannato a sei anni Ogni caso deve essere valutato in base ai fatti, alla ricerca di un equilibrio tra le circostanze personali dell’imputato, la gravità del reato, l’interesse della società così come quello della vittima del reato” rimarca il giudice motivando la scelta di applicare il minimo della pena.

Adesso si attende la mossa dei pubblici ministeri, i quali avranno modo di decidere se presentare o meno ricorso contro la sentenza. Intanto Pistorius starà in una cella singola nell’ala ospedaliera del penitenziario e non avrà nessun tipo di contatto con gli altri detenuti.

[ads2]

Letture Consigliate