Primavera 2015, registrata come la più calda di sempre



La Primavera 2015 è stata confermata la più calda di sempre sul nostro pianeta, registrando temperature particolarmente elevate  

Si è registrato che in questa Primavera appena terminata, la temperatura media della superficie della terra e degli oceani è superiore allo 0,85 gradi celsius rispetto alla media del ventesimo secolo.

Questo è quanto emerge dall’analisi della Coldiretti (Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti che è la maggiore associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana) in occasione del cambiamento stagionale.

Inoltre la Coldiretti sottolinea che la Primavera del 2015 è stata la più calda sulla terra e sugli oceani. Infatti questi valori non fanno altro che evidenziare un’accelerazione del surriscaldamento globale, dovuto a una serie di fenomeni che si stanno accentuando sempre di più, come ad esempio: desertificazione e buco nell’ozono.

Primavera 2015, registrata come la più calda di sempre
Primavera 2015, registrata come la più calda di sempre

Anche in Italia la conclusione della Primavera e l’arrivo dell’Estate, sono state precedute da temperature molto più elevate in confronto alla media registrata negli ultimi anni. Il nostro Paese non è stato avvolto soltanto da una forte quantità di calore, ma anche da una grande variabilità, la quale ha determinato improvvisi e violenti temporali provocando gravi danni alle coltivazioni agricole, oltre che a condizionare in modo negativo coloro che hanno deciso di prendersi una pausa dal proprio lavoro nel mese di giugno.

Purtroppo la questione ambientale negli ultimi anni non ha sensibilizzato in modo opportuno la scena politica, la quale non ha risposto in modo positivo alle aspettative, a causa di una mancata attenzione o preoccupazione a questo scenario che ogni giorno diventa sempre più evidente.  Infatti il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo ha affermato:

“I vertici mondiali sull’ambiente degli ultimi anni non hanno risposto alle aspettative perché, per mancanza di decisione politica, non hanno raggiunto accordi ambientali globali realmente significativi ed efficaci”.

Oggi lo scenario ambientale è diventato un argomento da non sottovalutare; è diventato necessario cercare di trovare delle soluzioni che possano portare anche lievi miglioramenti, altrimenti saranno le generazioni future a dover subire le conseguenze.

Leggi anche