Quanto costa aprire una lavanderia a gettoni?



lavanderia

Se si sta pensando di entrare nel campo del business con l’apertura di una lavanderia a gettoni con la formula del franchising, è bene conoscere i costi d’avvio dell’attività, l’ammontare degli investimenti ed i profitti

Chiaramente, per poter investire in una lavanderia a gettoni vanno messi in conto diverse voci per l’avvio e per la gestione.

I costi per l’apertura di una lavanderia a gettoni

Come già detto, i costi per avviare una lavanderia a gettoni sono composti da voci di spesa diversi. Prima di tutto, c’è da considerare l’investimento iniziale, che dipende soprattutto dal numero di macchine di cui ci si intende fornite. In generale si parte dai 50 mila euro cui vanno aggiunti i costi per adeguare gli impianti (elettrico, idrico e fognario).

Vi sono poi i costi variabili, e cioè quelli relativi alle utenze ed alle forniture, che vanno ad incidere per un quarto del fatturato.

Se non si ha la fortuna di possedere un locale commerciale adeguato, allora bisognerà considerare anche l’incidenza dell’affitto. Chiaramente questo varia molto in base alla metratura del negozio e della città dove lo si vuole aprire.

Essendo un tipo di attività aperta al pubblico, occorrerà anche un’assicurazione RC verso terzi, magari estendendola anche alla possibilità di furto e incendio.

Va infine considerata la manutenzione periodica dei macchinari, così che possano funzionare al meglio ed offrire ai clienti un servizio di qualità.

Quali sono i ricavi di una lavanderia a gettoni

Aprendo una lavanderia self service in franchising con Bloomest si stima un fatturato che va dagli 80 mila ai 130 mila euro annui. Secondo questa stessa stima, si potrà rientrare dell’investimento iniziale in un periodo che va dai 2 ai 3 anni.

L’investimento iniziale dà luogo ad un business che fornisce un buon ricavo solo se accompagnati da un partner esperto nel campo. Bloomest propone una vasta gamma di servizi che sono compresi proprio nei costi da sostenere per avviare la lavanderia.

Questi servizi prevedono la ricerca e la progettazione del locale, macchinari ed attrezzature (sedie, cartelli e arredamento), un sistema di controllo dell’attività mediante una gestione in loco ed una tramite app dedicata,

Vi è poi la possibilità di poter usufruire di formazione continua in aula dedicata alla gestione ed alla promozione dell’attività. Viene poi fornito un supporto aziendale tramite un Tutor specializzato.

In quanto a marketing, Bloomest fornisce un Sito Internet personalizzato e strutturato secondo le strategie di web marketing.

Certamente, la soluzione con un franchising resta la migliore, soprattutto se si mette sul piatto della bilancia tutto ciò che il partner offre.

Leggi anche