Rangnick legato alla Red Bull: la società chiede un indennizzo

Calcio Rangnick legato alla Red Bull: la società chiede un indennizzo

Il futuro di Rangnick è a tinte rossonere. Il responsabile dell’area sportiva Red Bull cerca un accordo con la società austriaca: chiesti 8 milioni

Il futuro di Rangnick è abbastanza chiaro: salvo intoppi diventerà il prossimo allenatore e dirigente del Milan. Il tedesco però deve risolvere una serie di problematiche contrattuali che lo legano alla Red Bull. Riveste attualmente il ruolo di responsabile dello sport e dello sviluppo calcistico.

Stando alle ultime indiscrezioni e come riporta Gianluca Di Marzio, la società austriaca avrebbe chiesto un indennizzo di 7-8 milioni di euro per la separazione. Tra Rangnick e la Red Bull non ci sarà una separazione consensuale e prima di approdare in Italia si dovrà risolvere questo problema.

Il contratto che lega Rangnick al colosso di Energy Drink è di altri tre anni e la società non vorrebbe privarsene a “costo zero”. Le tempistiche per sciogliere gli ultimi nodi non sono del tutto chiare. La prossima settimana potrà essere quella decisiva in via Aldo Moro, con i dirigenti rossoneri che potrebbero accelerare per favorire una migliore programmazione in vista della prossima stagione.

L’idea del Milan è di dare in meno a Rangnick una squadra modellata in base alle proprie richieste, con un mercato ragionato e utile per riportare i rossoneri dove meritano.

Avatar
Antonio Salomone
Antonio Salomone, giovane ragazzo del 1997 che cerca di fare della sua passione un lavoro. Amante di tutto ciò che rotola, aspirante giornalista sportivo. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Covid-19

Italia
561,380
Totale di casi attivi
Updated on 15 January 2021 - 14:46 14:46