renzi, brunetta

Un Recovery Plan alternativo che, nel suo acronimo, nasconderebbe le reali intenzioni del leader di Italia Viva Matteo Renzi

CIAO (Cultura-Infrastrutture-Ambiente-Opportunità): un acronimo quello con cui Renzi ha presentato ieri pomeriggio il Recovery Plan di Italia Viva alternativo a quello del Governo (definito “raffazzonato” e “senz’anima”) che potrebbe al più nascondere i reali auspici dell’ex rottamatore per l’anno nuovo; il più bruciante e urgente sembra proprio quello di accompagnare alla porta il Conte-bis, magari in sella all’iconico motorino Piaggio del 1987 (che qualche nostalgico utente di Twitter riporta alla memoria).

Potrebbe interessarti:

E proprio sul social dei cinguettii, che dopo l’annuncio in diretta del senatore ex Pd si è letteralmente scatenato, c’è chi scommette che la battaglia politica a colpi di acronimi potrebbe continuare; tanto che, si legge da più parti, il Premier Conte potrebbe rispondere all’alleato di Governo con una sua altrettanto personale tabella di marcia, il consiglio spassionato di chi non ha alcuna intenzione di lasciare il proprio posto: “Sanità-Università-Cultura-Ambiente”.

Di certo non manchevole di fantasia, sul suo Recovery Plan alternativo Renzi ammette: “Si era anche pensato all’acronimo Goal: giovani, opportunità, ambiente, lavoro”. Rimanendo in metafora calcistica, qualche internauta fa per l’appunto notare al leader di Italia Viva, che Ciao era il nome della Mascotte dei Mondiali Italia 90 che per la nostra Nazionale significarono un amarissimo terzo posto, non proprio i migliori auguri insomma.

“La palla”, sciorina tuttavia il Senatore, “è ora in mano a Conte“. L’ultimatum è chiaro: O accetterà le alternative sui punti sui quali Italia Viva non è d’accordo o Renzi rimuoverà i propri ministri dal Governo giallo-rosso che dunque, a questo punto, potrebbe fare appena in tempo a mangiare lenticchie e cotechino.

Letture Consigliate