spadafora
Foto: YT M5S Parlamento

Riapertura stadi in Italia a luglio? Il Ministro Vincenzo Spadafora guarda a settembre: “Il tempo per organizzarci è poco. Lavoriamo per la prossima stagione”

Intervento importante al Senato per Vincenzo Spadafora: il Ministro dello Sport ha parlato di un tema molto chiacchierato nel Paese negli ultimi giorni, ovvero la riapertura degli stadi italiani post-pandemia.

Si era pensato di una parziale riapertura per un terzo degli spettatori capienti all’interno dei vari impianti che ospitano le partite di Serie A con la Lega pronta ad inviare il protocollo necessario.

Questo il messaggio riportato dal Ministro durante l’intervento in Senato: “L‘emergenza sanitaria ci ha costretto a bloccare tutto, poi con gradualità siamo riusciti a ripartire. La prudenza ci ha consentito di ripartire, riprendendo alla fine anche le competizioni. Oggi confrontandomi col Ministro della Salute e col Cts ci conviene proseguire su questa linea di prudenza che ci ha consentito di riaprire le attività sportive e, semmai, prepararci in maniera forte affinché a settembre ci siano davvero tutte le condizioni per poter riaprire gli stadi e permettere a decine di migliaia di tifosi di assistere alle competizioni sportive”.

E’ vero che negli stadi ci sarebbero le condizioni per permettere a un numero limitato di tifosi di entrare” – continua Spadafora – “Ma il pericolo sarebbe quello di consentire a un flusso di 10-12 mila persone di andare tutte allo stesso posto. Bisognerebbe capire come gestire subito questo flusso: mancando ormai poco più di due settimane alla fine del campionato oggi, insieme alla Federazione e alle Leghe, sarebbe difficile da organizzare. Il mio impegno è quello di attuare questo piano nel prossimo mese di settembre“.