Ritrovata nel Salento una bottiglia con i ricordi dell’attentato di Manchester

Attentato di Manchester, messaggio in Salento

Ritrovata a Morciano di Leuca, nel Salerno, una bottiglia sigillata. Contiene un messaggio della madre di una delle vittime dell’Attentato di Manchester

Sulla spiaggia di Torre Vado a Morciano di Leuca, in provincia di Lecce, un operaio intento a ripulire il tratto di costa ha trovato una bottiglia che risale all’Attentato di Manchester.

La bottiglia, con tappo in sughero e chiusa con la cera, conteneva al suo interno il messaggio della madre di una delle vittime dell’attentato che risale al 22 Maggio 2017. 

Al suo interno ci sono foto, preghiere e ricordi di Sorrell Leczkowski, una ragazzina di 14 anni, vittima del kamikaze che si fece saltare in aria durante il concerto della cantante Ariana Grande, uccidendo 22 persone e ferendone oltre 200.

Uno dei messaggi firmati con il nome della mamma di Sorrell, recita: “Nell’attimo in cui sei morta il mio cuore si è spezzato a metà. Un lato è pieno di dolore, l’altro è morto con te. Mi sveglio spesso di notte quando il mondo è addormentato e cammino lungo il viale dei ricordi con le lacrime sulle guance. Ricordarsi di te è facile. Lo faccio ogni giorno, ma la tua mancanza è un dolore al cuore, che non se ne va mai via. Ti tengo stretta nel mio cuore e lì rimarrai, fino a quando arriverà il giorno gioioso che ci incontreremo di nuovo“.

Il tutto legato a delle foto della ragazzina ed ad un braccialetto viola con su inciso due cuori, il nome della 14enne e la sua data di nascita.

Oggi è stato rinvenuto un pezzo di storia che, dopo aver viaggiato per più di 2000 km, è giunto fino alle rive del Salento, per ricordare quel tragico avvenimento.

L’assessore all’ambiente di Morciano di Leuca, Stefano Maggiore, il sindaco Lorenzo Ricchiuti e l’intera amministrazione comunale si sono attivati per rintracciare i familiari di Sorrell e invitarli nel Salento, per riconsegnare loro i ricordi della ragazzina.