Somalia, al-Shabaab assalta un hotel: 26 morti



Somalia
Immagine da Pixabay

I terroristi, in Somalia, hanno fatto esplodere un’autobomba nel centro di Chisimaio. Successivamente hanno assaltato un hotel

Bruttissima vicenda in Somalia. Nel corso di venerdì sera, un assalto armato in un hotel nella città portuale di Chisimaio, durato 12 ore, ha provocato la morte di 26 persone. I terroristi di al-Shabaab hanno fatto esplodere un’autobomba. Poi, successivamente, sono passati all’attacco armi in pugno e quindi allo scontro con le forze di sicurezza. L’attacco, ora, è concluso. L’edificio è stato in gran parte distrutto, ma attualmente è tornato sotto il controllo delle forze di sicurezza.

L’hotel ospitava uomini d’affari e politici che erano in città per la preparazione delle elezioni presidenziali nella regione semi-autonoma dello Jubaland. Il messaggio rilasciato dal presidente Ahmed Mohamed ha annunciato la morte di diversi cittadini stranieri: tre keniani, un canadese, un inglese, due americani e tre tanzaniani. Tra i feriti, inoltre, figurano anche due cittadini cinesi. Gli assaltatori hanno fatto fuori anche un candidato per le prossime elezioni regionali. I 4 terroristi autori dell’attacco sono tutti morti.

Tra le vittime dell’attacco in Somalia, vi è anche l’attivista Hodan Nalayeh, 43enne fondatrice di Integration TV. Il ministro dell’Immigrazione canadese, Ahmed Hussen, l’ha voluta ricordare celebrando il suo impegno.

Con il suo lavoro di giornalista, ha messo in luce le notizie e i contributi positivi delle comunità, dandone notizia in Canada, ed è diventata una voce per molti. Il suo lavoro ha rafforzato i legami fra le comunità somale del Canada e la Somalia nel suo continuo processo di stabilizzazione e ricostruzione.” ha dichiarato.

Leggi anche