Robin Williams: il nipote che non vedrà mai si chiama come lui



robin williams

Lo scorso 22 Maggio il figlio maggiore di Robin Williams è diventato genitore a sua volta. Il piccolo porta anche il nome del nonno

Il figlio maggiore di Robin Williams ha chiamato il suo primogenito come suo padre.

Come riferisce People, il trentaseienne Zack Williams ha dato al piccolo il nome di McLaurin Clement Williams, omaggiandolo quindi con il secondo nome di suo padre.

Zack e la sua fidanzata Olivia hanno dato alla luce il bambino lo scorso 22 Maggio: in famiglia il piccolo sarà chiamato Mickey.

“Mi manca sempre”

Zack è il figlio maggiore di Robin Williams e, da quando il padre si è tolto la vita nel 2014, egli è un avvocato della salute mentale. La sua partner Olivia è l’anima dell’app Hey!, basata su un potenziale esclusivamente femminile, ed ha anche fondato una start-up che si occupa di nuove tecnologie.

Parlando di lui in una passata intervista Zack dichiarò che suo padre gli manca ogni giorno di più. In una biografia su suo padre, dal titolo Robin, il ragazzo poi si cruccia di non avergli fatto più spesso visita nel periodo più buio della sua vita:

Penso che fosse un periodo di estrema solitudine per lui. guardando indietro, penso che avrei dovuto essere li’ per lui, spendere del tempo con lui. aveva bisogno di supporto e non l’ha ricevuto

Il piccolo Mickey è venuto al mondo a cinque anni dalla morte di Williams (indimenticabile protagonista de “L’attimo fuggente”).

La prima foto del bambino, mostrata su People, lo vede posare insieme a sua sorella Zelda. I due hanno anche un fratello più piccolo, Cody.

Lo scorso Luglio, quando Robin Williams avrebbe compiuto 67 anni, Zelda ha omaggiato suo padre con un post su Instagram.

Ecco cosa ha scritto:

Eccoci di nuovo a quel periodo dell’anno. tutti quelli che hanno fatto i conti con una perdita, conoscono il dolore di certi anniversari, momenti pieni di dolore , momenti pieni di ricordi. puntualissimi, sciupano tutti gli altri. non importa quanto tu sia preparato ad evitarli.

leggo tantissimo su internet di persone che mi dimostrano il loro amore per papa’, e’ davvero travolgente che degli estranei sentano il bisogno di farmi sapere quanto tenessero a lui.

percio’, considerate questo messaggio come il mio aperto ringraziamento, grazie per amare mio padre, grazie per aver supportato il suo lavoro di una vita. grazie perche’ vi manca. manca anche a me

 

 

Leggi anche