“Roger Waters. The Wall”: il film evento al cinema



Dal 29 settembre al 1° ottobre arriva “Roger Waters. The Wall”, il film che ha conquistato il Toronto Festival

Oltre quarant’anni di canzoni che hanno fatto sognare intere generazioni, che hanno fatto da colonna sonora agli amori degli anni 60, 70, 80 e 90.

Capolavori indimenticabili, unici, forgiati nello stampo dalla vera essenza dell’arte, testimoni di speranze, di sogni e disillusioni.

Ebbene, sembra incredibile come tutta la storia del Rock sia stata raccolta nell’ultimo capolavoro dello stesso Roger Waters e di Sean Evans “Roger Waters. The Wall” finalmente approda nei cinema italiani , in contemporanea mondiale.

Dopo lo strepitoso successo al Toronto International Film Festival, il film in 4k dedicato all’omonimo album dei Pink Floyd farà la sua uscita a partire da stasera fino al  1 ottobre, su iniziativa di Nexo Digital. Con oltre 30 milioni di copie vendute “The Wall” è un punto cardine del rock e della carriera della band inglese, che a 36 anni dalla sua prima pubblicazione continua a riscaldare gli animi, come provano le sue successive ristampe, il successo della riduzione cinematografica che valse un premio Oscar per la regia ad Alan Parker nel 1982 e i duecentodiciannove concerti da tutto esaurito che Waters ha tenuto tra il 2010 e il 2013 con oltre quattro milioni di spettatori. Dopo trent’anni dalla pubblicazione di «The Wall» dei Pink Floyd, smuove ancora gli animi dei fan e degli amanti del genere. Un icona senza tempo nella storia della musica mondiale.

Roger Waters - The Wall arriva nelle sale
“ROGER WATERS – The WALL”: il film evento al cinema il 29, 30 settembre e l’1 ottobre

La passione che ha unito il gruppo è il motore inesauribile di un progetto in continua espansione che ha fatto e farà sognare tanti nostalgici amanti della musica immortale che ha dipinto un’epoca indimenticabile. Le reazioni al momento della presentazione italiana, nel 2010, sono nell’espressione di sorpresa che sfuggì a un noto critico musicale e che ci viene raccontata da Adolfo Galli e Mimmo D’Alessandro, organizzatori delle sette tappe tricolori di “Roger Waters, The Wall” : “E adesso, cosa scriveremo degli altri? Qui esauriamo tutti i superlativi!”

Roger Waters ha dichiarato parlando dell’evento cinematografico: “Eravamo una grande famiglia on the road, in tutto 189, uno più, uno meno. In linea di massima eravamo felici, come io sono davvero felice di dare il benvenuto a bordo a tutti; lo so, lo so, sto mescolando le metafore. Dov’ero rimasto? Ah sì, con il vostro aiuto l’evento di settembre sarà il modo perfetto per ricordare non solo i nostri cari, ma anche le persone care agli altri ragazzi, quelle che non ci sono più, quelle che ci sono ancora e quelle che devono ancora nascere” . La pellicola è stata migliorata dalla conversazione tra Rogers Waters e Nick Mason.

Con la regia di Waters stesso e di Sean Evans, «Roger Waters. The Wall» è un’opera dalla struttura molto complessa quanto dettagliata: comincia con un prologo affidato all’attore Liam Neeson; si svolge combinando le immagini dei live con quelle «on the road» del bassista inglese in cerca di ricordi e fantasmi familiari; giungendo al termine con una conversazione intima tra Waters ed il suo amico fraterno, nonchè batterista dei Pink Floyd, Nick Mason.

“Roger Waters. The Wall” sarà proposto questa sera alle 20.00 , in “diretta”, presso il  The Space Cinema Salerno.

Leggi anche