Roland Garros
Foto: YT Roland Garros

Cambia il calendario del Roland Garros: sarà un giugno sovraffollato per il circuito del tennis internazionale, con la stagione dell’erba che pagherà il prezzo maggiore

Anche l’edizione 2021 del Roland Garros deve adattarsi alle restrizioni sanitarie dovute alla pandemia di Covid-19, e per il secondo anno fila il calendario del tennis internazionale rischia di essere rivoluzionato.

Potrebbe interessarti:

Non si arriverà a fine settembre, come accaduto lo scorso anno, ma si prolungherà questa volta di una settimana: inizialmente previsto per il periodo 13 maggio-6 giugno, il torneo della terra rossa per eccellenza prenderà il via il 30, per concludersi il 13 del mese successivo.

Uno slittamento reso obbligatorio dalla stretta voluta dal governo francese: al momento il Paese si trova in lockdown fino almeno alla fine di aprile. La speranza del comitato organizzatore è quello di arrivare all’inaugurazione del torneo in una fase pandemica meno emergenziale, permettendo al pubblico di partecipare e alle attività di contorno, come ristoranti e bar, di poter incassare qualcosa dalla manifestazione.

E se l’anno scorso il Roland Garros insidiò la stagione del cemento avvicinandosi pericolosamente alle date degli US Open, in quest’occasione sarà l’erba a pagare dazio. Nottingham, Stoccarda e s’Hertongebosch cadono tutte nello stesso periodo: per questa ragione i francesi avrebbero pensato di risarcire economicamente i tornei interessati.

Letture Consigliate