Roma-Debrecen 5-2, indicazioni per Mourinho: brillano Zalewski e Zaniolo

SportRoma-Debrecen 5-2, indicazioni per Mourinho: brillano Zalewski e Zaniolo

Allo “Stirpe” di Frosinone, Roma-Debrecen è la prima amichevole internazionale per Mourinho: bene Zalewski e cresce Zaniolo. Male sui gol presi

Roma-Debrecen segna la prima amichevole di stampo internazionale per la squadra allenata da Josè Mourinho prima della partenza per il ritiro in Portogallo. I giallorossi si impongono nettamente per 5-2 contro la squadra ungherese e per il tecnico di Setubal continuano le importanti indicazioni da parte dei suoi calciatori in vista della stagione 2021/22.

Per la cronaca, la Roma era andata sotto dopo 3 minuti con il gol di Barany a sbloccare il risultato. Ma i capitolini – di fronte a 4.000 cuori giallorossi presenti allo “Stirpe” di Frosinone – ribaltano il match in 5′ con i gol di Mayoral e Pellegrini tra il 26′ ed il 31′. Nella ripresa arrivano altre due reti: prima Zaniolo e poi Dzeko, intervallati da Ugrai, fissano il punteggio sul 4-2. Il bosniaco trova anche la doppietta personale che arriva al minuto 80′.

LE NOTE POSITIVE – Sicuramente la soddisfazione principale per Mou arriva dal modo in cui la Roma ha trovato 3 dei 5 gol segnati: lancio in avanti-attacco dello spazio-gol. Gli assi Ibanez-Mayoral, Zalewski-Pellegrini ed El Shaarawy-Dzeko funzionano alla perfezione e segnano la condanna per il Debrecen. Tra i singoli bene Ibanez tra uscite difensive ed il lancio per il gol di Mayoral. In crescita il reparto offensivo (Dzeko fa addirittura doppietta) ed un’intesa che cresce a vista d’occhio col passare delle amichevoli. La prestazione è sicuramente convincente ma adesso arriveranno test più duri (Porto e Siviglia su tutte) in attesa dell’esordio in Conference League del 19 agosto prossimo.

ZALEWSKI Nota di merito a parte per questo ragazzo classe 2002 che sta convincendo sicuramente Josè Mourinho in queste prime sgambate. Dopo il gol decisivo a Trieste, il numero 59 giallorosso delizia i 4000 dello Stirpe con il bel lancio che manda in porta Pellegrini per il 2-1. Non solo assistman, anche velocità ed imprevedibilità. Quando parte, difficilmente viene preso dal diretto marcatore. Mou pensa di tenerlo anche perché potrebbe tornare utile per le Coppe ma in Serie A ci sono squadre pronte ad accoglierle in prestito: sarà lo Special One a decidere il suo futuro.

ZANIOLO – Sicuramente l’uomo più atteso di questo precampionato: la vita privata è un conto, il campo è un’altra cosa. E lui ne da un’esatta dimostrazione di questa teoria, entrando in campo nel secondo tempo e siglando subito il 3-1 con un bel tocco morbido a superare Kosicky. Abbracci dei compagni e sorriso ritrovato, oltre ad una buona prestazione per tutto il secondo tempo: Mourinho e la Roma hanno bisogno di Nicolò Zaniolo ed il 22 ha bisogno di ritrovare fiducia e continuità per tornare protagonista sul campo.

IN RITARDO – Quello per cui sicuramente Mourinho non è rimasto contento sono i due gol subiti: male Kumbulla-Tripi (per il resto positivi) nell’intesa sull’inserimento di Barany dopo appena 3 minuti, peggio fa Fuzato con la respinta corta sul 2-3 di Ugrai. Gol arrivati praticamente sui due tiri in porta presi dai giallorossi. Per quanto riguarda i singoli, Carles Perez parte bene ma poi sparisce nella seconda metà del primo tempo mentre Reynolds non convince ancora.

ROSA DA COMPLETARE – “In ritardo” il centrocampo: Veretout non si è ancora visto (fermo per affaticamento muscolare), Xhaka non si sblocca e Cristante ancora in ferie. Per Mourinho è l’unico reparto non provato con i “titolari”. Bove è acerbo e andrà sicuramente in prestito, Diawara in lista di sbarco e sicuramente Villar-Darboe potranno essere “rischiati” solo nelle coppe. Urge rimediare. Invece la corsia mancina difensiva vede il “solo” Tripi adattato (ma che non dispiace) e non c’è possibilità di ricambio: Vina sta arrivando, fortunatamente.

Il tabellino del match

ROMA PT (4-2-3-1): R. Patricio; Reynolds, Ibanez, Kumbulla, Tripi, Bove, Darboe, Perez, Pellegrini, Zalewski, Mayoral. – All. Josè Mourinho.

ROMA ST (4-2-3-1): Fuzato; Karsdorp, Mancini, Smalling, Tripi (81′ Ciervo); Diawara, Villar; Zaniolo, Mkhitaryan, El Shaarawy; Dzeko.

DEBRECEN (4-2-3-1): Kosicky; Bevardi, Barath (77′ Nikolic), Deslandes (71′ Charleston), Ferenczi (78′ Korhut); Dzsudzsak, Varga (78′ Benyei); Szecsi (29′ Kusnyir), Bodi (59′ Tischler), Sos (46′ Ugrai); Barany (59′ Pinter). – All. Szabolcs Huszti

Marcatori: 3′ Barany (D), 27′ Mayoral, 31′ Pellegrini, 52′ Zaniolo, 53′ Ugrai (D), 65′ e 80′ Dzeko

Nando Armenantehttp://www.facebook.com/Nando.Armenante8
25 anni da Cava de' Tirreni, studente presso la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Salerno, indirizzo Editoria. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020. Porto avanti la passione ed il sogno di diventare giornalista, in particolare scrivendo di sport (di calcio in particolar modo) ma anche di attualità, su tutto ciò che accade nella città in cui vivo e sull'intero territorio.

Covid-19

Italia
116,342
Totale di casi attivi
Updated on 16 September 2021 - 19:55 19:55