Roma – Juventus 1-1: Tevez disegna, Keita risponde



Roma Juventus

Roma – Juventus si conclude con un 1-1 che fa avvicinare i bianconeri allo Scudetto garantendogli lo scontro diretto a favore, ma la Roma non molla

All’Olimpico va in scena il big match tra le prime due forze del campionato italiano, la Roma, proveniente dalla qualificazione in Europa League, affronta una Juventus che dopo la buona prestazione contro il Borusssia Dortmund vuole chiudere la questione campionato allungando a più 12.

La Juventus, in crisi soprattutto numericamente a centrocampo, schiera una formazione rimaneggiata che affronta una Roma con quasi la formazione tipo, ma che è in crisi di risultati.

Una partita che di certo non riesce a entusiasmare gli animi degli spettatori e sicuramente non un buono spot per il nostro calcio a livello internazionale.

La Juventus gioca chiusa e colpisce in contropiede, rendendosi pericolosa con qualche conclusione da fuori con Pereyra e Vidal, non riuscendo tuttavia a inquadrare lo specchio. Una partita con gli animi surriscaldati come si vede benissimo dal primo fallo al minuto 1 di De Rossi su Vidal.

La svolta arriva al minuto 64 quando Torosidis, già ammonito, si fa espellere e concede un calcio di punizione al limite a Tevez che fa il Pirlo della serata e lascia di sasso De Sanctis con una punizione pennellata all’angolino.

La Juventus vede la vittoria e lo Scudetto avvicinarsi, ma un Iturbe deciso a riscattare le sue ultime partite guadagna una punizione laterale interessante che Florenzi mette in mezzo per la testa di Keita che con l’aiuto di un Marchisio non perfetto trova il pareggio.

Una partita noiosa e che offre veramente pochi spunti. Mister Allegri spinge i suoi a giocare la palla e a far girare il possesso consapevole che comunque il pareggio garantisce maggior soddisfazione alla propria squadra rispetto a quella di Garcia che, nonostante l’innesto di Nainggolan, Iturbe e Florenzi, non riesce a dare la zampata decisiva.

La Roma non esce sconfitta dalla partita, anzi il pareggio arriva nel momento più difficile e rende meno difficile da mandar giù il risultato finale che vede, tuttavia, la Juventus mettere le mani sullo Scudetto assicurandosi anche lo scontro diretto a favore.

La Juventus, nonostante le assenze, fa quello che mister Allegri aveva chiesto in conferenza stampa (ovvero si aggiudica lo scontro diretto) e mantiene le distanze in classifica; la Roma, invece, non riesce a riaprire il campionato, ma non molla e dà una dimostrazione di forza in 10 o, almeno, ci prova negli ultimi 10 minuti.

Leggi anche