roma
Foto: Roma Twitter

Rebic riaccende il fuoco del Milan: vittoria fondamentale all’Olimpico dopo due sconfitte consecutive. Roma in partita fino all’ultimo ma penalizzata dalle tante assenze

Le due superstiti dell’Europa League si giocano una fetta importante per l’accesso alla prossima Champions: a spuntarla con cuore e grinta è il Milan che all’Olimpico si impone per 2 a 1.

Potrebbe interessarti:

In un primo tempo folle, Roma e Milan regalano spettacolo a tutti gli amanti del calcio: primi 15 minuti a ritmi forsennati da parte dei rossoneri.

Al 5′ Ibrahimovic si divora clamorosamente il gol del vantaggio dopo una follia in disimpegno di Pau Lopez: il colpo di tacco a botta sicura dello svedese, però, termina a lato.

Milan arrembante e tanti errori difensivi da parte dei giallorossi, bilanciati dal festival dell’orrore della manovra offensiva ospite.

Al 26′ c’è anche spazio per l’ennesimo legno della stagione milanista, con il colpo di testa di Kjaer che si stampa sulla traversa a Pau Lopez battuto.

L’estremo difensore giallorosso para tutto e dall’altro lato Pellegrini ha la palla per trovare il sorprendente vantaggio romanista.

Anche Mkhitaryan sfiora il gol a tu per tu con Donnarumma, ma lo scavetto finisce a lato: un errore che non rende onore alla qualità dell’armeno.

A 4 dalla fine della prima frazione, Guida fischia calcio di rigore per i rossoneri: netto pestone di Fazio su Calabria e Kessie dal dischetto porta in vantaggio i rossoneri.

Roma che trova subito il pareggio in avvio di secondo tempo: Veretout trova il suo decimo gol stagionale, sorprendendo la difesa rossonera.

Rinvio disgraziato di Pau Lopez, e ne approfitta la premiata ditta Saelemaekers-Rebic, con il croato che di sinistro incrocia alla perfezione e buca il portiere spagnolo.

La Roma spinge e sembra averne più: Mkhitaryan si libera con una finta magistrale e di sinistro sfiora l’incrocio dei pali al minuto 71.

All’Olimpico termina 2 a 1 per il Milan che si riporta a meno 4 dall’Inter capolista: quinta piazza per i capitolini che rimangono nel pieno della corsa Champions.

Letture Consigliate