Palermo roy paci

Roy Paci risponde al tweet di Matteo Salvini in seguito all’alluvione di Palermo: “Spero che le nostre lacrime diventino per lei gocce della tortura cinese”

L’immane tragedia che ha colpito nelle ultime ore Palermo, ha causato paura e devastazione in tutta la popolazione. L’enorme quantità di acqua caduta ha causato probabilmente due vittime, provocando uno scenario apocalittico con persone che cercano di salvarsi nuotando nell’acqua alta ed auto che galleggiano. In questo contesto, le parole di cordoglio da parte di siciliani e non solo stanno facendo il giro del web. E sempre in questo contesto, non manca di dire la sua l’ex ministro Matteo Salvini, che affida il suo pensiero – come di consueto – a Twitter. Ha scritto il leader della Lega: “A furia di pensare solo agli immigrati, il sindaco Orlando dimentica i cittadini di Palermo: basta un temporale e la città finisce sott’acqua”. A queste parola risponde Roy Paci.

Perde le staffe così il cantante e musicista siciliano Roy Paci, che risponde al vetriolo all’ex ministro: “Ho sempre ritenuto superfluo commentare qualsiasi suo post ma di fronte alla morte di due miei concittadini per questa immane tragedia le dico semplicemente una cosa: lei è un turpe e miserabile sciacallo. Spero che le nostre lacrime diventino per lei gocce della tortura cinese“.