11 Gennaio 2022 - 11:58

Salernitana, la nuova era inizia questa settimana: il futuro promette bene

Salernitana

Con l’insediamento di Iervolino come presidente della Salernitana si opererà sul mercato e ci sono già nomi caldi. Anche la panchina trema

La telenovela “Cessione Salernitana” è ormai giunta al termine. Anche i fan più appassionati attendevano ormai con ansia un finale di stagione che rendesse gloria alla protagonista. E così è stato. L’imprenditore Danilo Iervolino, fondatore dell’Università telematica Pegaso, ha formulato la proposta di acquisto vincente divenendo presidente della Salernitana ed evitando così l’esclusione del club dalla Serie A.

In realtà Iervolino non è ancora nelle condizioni per poter effettivamente dirigere la nave granata. Prima, infatti, è necessario espletare tutte le pratiche che ruotano attorno alla vendita del club. Burocrazia, insomma. Il vero giorno 1 di presidenza, però, potrebbe essere molto vicino. Iervolino infatti sarebbe intenzionato a superare in maniera celere l’ostacolo che rallenterebbe l’inizio ufficiale della sua presidenza, ovvero l’approvazione del bilancio. Nella giornata di giovedì 13 gennaio si potrebbe chiudere definitivamente il passaggio delle quote societarie dagli ex co-patron Lotito e Mezzaroma a Iervolino.

Ottenute ufficialmente le chiavi della società, Iervolino potrà dare il via al progetto che ha in mente per la sua Salernitana. Il concetto che fa da pietra angolare è quello della discontinuità. Non a caso il nuovo presidente del cavalluccio marino avrebbe già preso contatti con Walter Sabatini per il ruolo di Direttore Sportivo, in sostituzione di Angelo Fabiani. E’ presumibile che anche altri membri della dirigenza verranno sostituiti, mentre resta da capire se il rinnovamento coinvolgerà anche l’area tecnica e dunque l’allenatore (soprattutto dopo la vittoria contro il Verona).

Lo scenario che si prospetta

La Salernitana non naviga in acque calme. La posizione in classifica non promette bene ma la speranza è ancora viva perché le altre concorrenti per la salvezza sono vicine. Sicuramente serve una scossa e l’avvento di Iervolino può rappresentare la rinascita dell’ippocampo.

In primis serve maggiore tranquillità e pare proprio che su questo piano il ciclone Iervolino abbia vinto. Poi serviranno uomini pronti per raggiungere la salvezza. Dal momento che il presidente sarà operativo al 100% arriveranno i primi innesti dal mercato di gennaio e non solo sul campo. Lo scenario più plausibile al momento vede Walter Sabatini come DS e Gennaro Gattuso come allenatore. Si pensa, poi, a Sepe per la porta e Caceres per la difesa. Sicuramente si interverrà anche a centrocampo, dove gli uomini sono pochi e non tutti sono adeguati per un campionato di massima serie. Il reparto offensivo potrebbe essere invece rinforzato solo qualora ci saranno delle operazioni in uscita. Sicuramente bisognerà tenere conto anche del fatto che il mercato di gennaio non sempre offre molte occasioni e bisogna stare attenti ai calciatori dal nome prestigioso ma fuori forma.