20 Novembre 2017 - 11:55

Salmo è il nuovo testimonial per il brand di calzature “Converse”

Salmo è ufficialmente il volto della nuova campagna pubblicitaria del celebre brand di calzature “Converse”, resa disponibile lo scorso 15 novembre su Youtube

Dopo il suo ultimo successo musicale “Estate dimmerda, Salmo torna con un nuovo progetto artistico. Il rapper sardo, infatti, è ufficialmente il nuovo testimonial della recente campagna pubblicitaria del marchio “Converse”.

Il video dello spot, rilasciato il 15 novembre,  ha superato le 200.000 visualizzazioni solo nelle prime 24 ore dalla pubblicazione su YouTube. Già altri artisti si sono cimentati in collaborazioni simili.
È da ricordare quella fra la Vodafone e il rapper italo-tunisino Ghali.

Maurizio Pisciottu
, in arte Salmo, ha tenuto a precisare che non ha prestato il suo volto, il suo nome e la sua fama per la promozione di un prodotto. A tal proposito, l’artista ha dichiarato sul suo profilo Instagram:

Quando un artista fa un video per un brand la prima cosa che pensi è “ecco ha fatto la marchetta”. Questo non è uno spot pubblicitario. Ho fatto questo video perché il legame con le chuck70 è reale! Non è solo la mia storia, è la storia di tante persone“.

 

Salmo nello spot per la "Converse"

Salmo nello spot per la “Converse”

In poco più di un minuto e mezzo di video le immagini scorrono lente e puntano a ripercorrere la vita di un artista una piccola cittadina. Viene raccontata la crescita di un ragazzino cresciuto in strada che si divide tra i luoghi del cuore, la musica, il basket e le sue sneakers. Inoltre viene mostrato come il ragazzino, alias salmo, conquista il successo e migliaia di fan indossando sempre le classiche Converse Chuck70 nere.
Il video è stato girato ad Olbia, paese natale per rapper. A partecipare alle riprese molti giovani talenti provenienti dalla sua città.

Infine Salmo ricorda nel video,  quasi come incoraggiamento, di lottare contro le ingiustizie e per i propri sogni: Il mondo è una scarpa gigante ma con il numero sbagliato“.