Salvini chiede il rimpasto: “Via 3 Ministri dei 5 Stelle”

salvini Decreto Sicurezza Bis

Sempre più vicina la rottura all’interno del Governo. Matteo Salvini ha chiesto il sacrificio di tre ministri grillini per un rimpasto dell’Esecutivo

Sempre più vivida la prospettiva di una crisi di Governo. Per andare alla vera e propria rottura tra le compagini di Governo manca solo l’atto parlamentare che trasformi in realtà la scelta politica annunciata ieri dal Ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini dal palco di Sabaudia. Il vicepremier ha infatti chiesto al Premier Giuseppe Conte un mini rimpasto di Governo con il sacrificio di 3 Ministri dei 5 Stelle: Toninelli (Ministro dei Trasporti), Costa (Ministro dell’Ambiente) e Trenta (Ministro della Difesa).

Nel corso del vertice a Palazzo Chigi, Salvini ha elencato i tanti no ricevuti e i Ministri che a suo avviso sono inadeguati e ha di fatto imposto un diktat. In passato Conte si è già dichiarato più volte disponibile a valutare eventuali cambi in corso d’opera e non è esclusa la possibilità che Salvini chieda la testa di altri Ministri, Grillo (Ministro della Salute) e Tria (Ministro dell’Economia).

Non si è fatta attendere la risposta del Movimento 5 Stelle, che hanno reagito mettendo sotto accusa i ministri Bussetti (Ministro dell’Istruzione) e Centinaio (Ministro dell’Agricoltura). Al suo interno, il Governo non riesce a trovare pace e la rottura definitiva è sempre più vicina.