I 35 anni di Sergio Ramos: un difensore da più di 100 gol in carriera

SportI 35 anni di Sergio Ramos: un difensore da più di 100...

Compie oggi gli anni il capitano del Real Madrid e della Spagna. Dalla décima vinta da protagonista ai 100 gol in carriera: Sergio Ramos ha rivoluzionato il modo di essere difensore

Il capitano del Real Madrid e della Nazionale spagnola Sergio Ramos compie oggi 35 anni. Il difensore andaluso è considerato uno dei più forti difensori della storia del calcio e in molti di recenti si sono espressi nel definirlo il migliore in assoluto rapportando vittorie e soprattutto i gol fatti.

Ramos, nato a Camas, un paese in provincia di Siviglia, fin da subito ha dovuto fare i conti con i suoi record. A 19 anni nel 2005, infatti il suo trasferimento dal Siviglia al Real Madrid per 27 milioni di euro è un record per un giovane spagnolo. Poi da lì l’ascesa incontrastata nonostante al tempo in difesa al Real c’erano nomi come Helguera, Roberto Carlos e Salgado. Bilancio della prima stagione alle merengues che sarà poi di 46 presenze e 6 gol.

Del resto i punti di forza del campione spagnolo sono sempre stati una forte leadership e l’innata voglia di migliorarsi tipica dei vincenti. “Mio nonno e mio padre mi hanno sempre detto che fin quando rimane un solo secondo, c’è ancora speranza. Bisogna avere questa mentalità” questo il Ramos pensiero che si riflette a pieno nella vittoria forse più simbolica del difensore ovvero quella decìma vinta nel 2014 contro i rivali dell’Atletico Madrid, con il suo gol decisivo al 90′ che portò poi al 4-1 finale ai supplementari.

Nel 2014 sulla panchina Blancos c’era un certo Carlo Ancelotti che di lui disse:“Se consideriamo tutte queste caratteristiche insieme per valutare un difensore, allora Sergio Ramos è il più completo. Ha un po’ di tutto: qualità tecnica, forza, personalità e leadership”. Di certo non si può ignorare anche il legame con il gol di Sergio Ramos. Contro l’Inter in autunno, ha segnato il suo 100° gol con la maglia dei blancos divenendo il secondo miglior marcatore dietro solo ai 127 di un’altra leggenda come Fernando Hierro.

Una disciplina dedita al miglioramento e al giocare fino all’ultimo secondo che ha relegato anche al suo rapporto con la nazionale spagnola. Sergio Ramos conta 179 presenze con le Furie Rosse e 23 gol segnati. Vorrei continuare a giocare con la Spagna per molti alti anni. Vorrei andare in Qatar per la Coppa del Mondo 2022 con la barba grigia, se fosse necessario” dice il difensore che punta di certo a giocarsi le sue carte anche ai prossimi mondiali.

Ma Sergio Ramos è un personaggio unico anche fuori dal campo. Oltre ad essere una persona molto impegnata nella beneficenza e per questo motivo nel 2014 è stato nominato ambasciatore della Spagna per l’UNICEF, è grande appassionato di tatuaggi. Significativi i quattro che ha sulle dita, ovvero i numeri 35, 32, 19 e 90+. I primi due sono i numeri che aveva al Siviglia, 19 invece è l’età che aveva all’esordio in nazionale, mentre 90+ rappresenta il gol segnato nei minuti di recupero contro l’Atlético nella vittoria della Décima.

Altra curiosità su di lui è la passione per i cavalli. Sergio Ramos infatti possiede una scuderia nella natia Andalusia, dove va a rilassarsi quando vuole divertirsi. Inoltre uno dei suoi cavalli, “Silencio de Ramos”, è stato proclamato campione andaluso del 2016. e un altro, “Yecutan SR4″, è stato campione del mondo nel 2018.

Covid-19

Italia
97,220
Totale di casi attivi
Updated on 5 August 2021 - 09:13 09:13