Serie A

La partita con più gol nel pomeriggio di Serie A è la versione da massima serie del duello in cadetteria dello scorso anno. Sassuolo e Atalanta soffrono più del previsto

Risultati inattesi nel pomeriggio di Serie A con Sassuolo e Atalanta fermata rispettivamente da Parma e Genoa. Larga vittoria per il Crotone, invece, nel remake dello scontro di vertice della passata Serie B.

Potrebbe interessarti:

Crotone-Benevento 4-1 (ore 15)

Crolla il Benevento di Filippo Inzaghi allo Scida: gli Squali si impongono per 4 a 1 e pongono fine alla striscia di sconfitte consecutive, ben 3.

Una boccata d’ossigeno in chiave salvezza per Stroppa che dimostra questa volta di poter coniugare organizzazione di gioco e risultato.

Sugli scudi Simy, autore di due gol: per i padroni di casa rete di Vulic, prima in Serie A, e autogol nelle prime battute di Kamil Glik.

Il gol della bandiera per i campani arriva dopo una deviazione su sinistro di Iago Falque, ancora una volta lasciato fuori dall’11 titolare.

Sassuolo-Parma 1-1 (ore 15)

A pochi secondi dalla prima vittoria dopo il ritorno in panchina, sfuma il successo di D’Aversa: il rigore al 94′ di Djuricic porta il risultato del derby emiliano sull’1 a 1 e rimanda ancora l’arrivo dei 3 punti per i ducali.

Il vantaggio arriva grazie all’“infortunato” Juraj Kucka che proprio con la testa fasciata trova l’angolo per battere Consigli.

Dopo la sconfitta contro la Juventus, però, i neroverdi non hanno intenzione di lasciare altri punti per strada e il forcing finale viene premiato nel recupero quando Djuricic realizza il rigore concesso per fallo di Busi su Ferrari.

Atalanta-Genoa 0-0 (ore 18)

Al Gewiss Stadium gli uomini di Gasperini non vanno oltre lo 0 a 0 contro il tenace Genoa del ritrovato Ballardini.

Non mancano le occasioni da gol nel corso del match e per l’Atalanta si rivela una sfida più complicata di quanto pronosticato alla vigilia.

Al 65′ c’è anche un palo a fermare la Dea: da posizione defilata Hateboer non riesce a trovare il giusto varco per il pallone.

Napoli-Fiorentina (ore 12,30): qui la cronaca del match

Letture Consigliate