Silvio Berlusconi scrive una lettera per i due fratellini di Messina



Silvio Berlusconi

“Il gesto di un bambino ci dimostra che esiste un’altra Italia fatta di generosità e soprattutto amore”, così scrive Silvio Berlusconi al Giornale all’indomani della tragedia di Messina

Francesco Filippo, 13 anni, ha perso la vita nel rogo della sua casa di Messina divampato lo scorso 15 Giugno, per salvare la vita al fratellino più piccolo, Raniero, di 10 anni. Questa storia ha toccato nel profondo anche il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, che ha deciso di scrivere una lettera e di indirizzarla, tramite il Giornale, alla famiglia di Francesco e Raniero: due genitori oggi distrutti dal dolore, e due fratellini, oggi rimasti senza i loro più cari compagni di vita e di giochi.

“Non credo possa esistere nella vita umana un dolore così profondo” ha esordito Silvio Berlusconi che poi si è rivolto direttamente ai genitori di Francesco invitandoli ad essere fieri del suo gesto di generosità, di solidarietà “che”, scrive ancora Berlusconi, ” in una società che ci appare dominata dall’egoismo, dall’indifferenza, dalla disonestà, dalla sopraffazione, ci dimostra che esiste un’altra Italia, fatta di generosità, di solidarietà, di coraggio, di spirito di sacrificio, e soprattutto amore”.

Francesco Filippo in questi giorni avrebbe dovuto sostenere gli esami di Terza Media. A tal proposito, Berlusconi ha auspicato che la scuola che frequentava porti da oggi il suo nome.

 

Leggi anche