Come riconoscere un sito di acquisti online affidabile



online

Alzi la mano chi non ha mai acquistato un prodotto online, tramite uno dei più famosi e-commerce o tramite una delle tantissime controparti online di negozi, piccoli o grandi che siano

Il mondo online oramai consente di acquistare praticamente qualsiasi cosa a portata di click: basta davvero poco per effettuare un ordine e ricevere la merce a casa in tempi più o meno lunghi.

Su Internet i siti di acquisti online si stanno moltiplicando a vista d’occhio, soprattutto negli ultimi anni, durante i quali si è vista ancora più nettamente la crescita della necessità, per le aziende, di spostarsi online. Il trend ormai sembra segnato e sembra proprio che nei prossimi 10-15 anni la gran parte degli acquirenti si sposterà online.

Per questo motivo è bene non farsi trovare impreparati. Sì, perché non tutti i siti di acquisti online sono affidabili e molto spesso celano delle insidie che non ci si aspetta. Alcuni siti non sono affidabili, ed è difficile riconoscerli. Vediamo alcuni consigli per verificare più attentamente l’attendibilità di un sito di acquisti online.

La partita IVA

La partita IVA è praticamente il pass obbligatorio per qualsiasi sito affidabile. Se c’è la partita IVA, allora c’è sicuramente un’organizzazione alle sue spalle: che si tratti di un’azienda strutturata o di un commerciante privato, è comunque iscritto alla camera di commercio e non ha alcun problema di tipo legale.

Se non c’è alcuna partita IVA indicata sul sito, molto probabilmente si tratta di un sito truffa, oppure di un sito che comunque offre servizi ma in modo illegale, e si rischia di incappare in conseguenze legali. Diffidate, dunque, da siti web che non espongono la partita IVA.

Anagrafica aziendale

Attenzione ai siti che non espongono alcuna anagrafica aziendale. L’anagrafica rappresenta le coordinate dell’azienda, il nome del proprietario, della sede, del gruppo di proprietà e molto altro ancora: insomma, l’ossatura vera e propria dell’organizzazione, tutto quello con cui l’azienda può essere riconosciuta.

Se non ci sono questi dati, è lecito pensare che chi ci sta dietro vuole camuffarsi o nascondersi per motivi poco chiari: potrebbe esserci dell’illegalità, o delle intenzioni poco buone nei confronti di chi acquista su quel sito.

Nessuna recensione

Se un sito non presenta alcuna recensione e non è inserito in alcun portale di recensioni online, come ad esempio TrustPilot oppure lo stesso Google, potrebbe essere un sito ancora troppo giovane, o nel peggiore dei casi un sito truffa.

Fate attenzione a questo dettaglio. Più sul web si parla di un sito, più esso rappresenta un qualcosa di reale, di concreto e di affidabile. Meno se ne parla, meno c’è da fidarsi: potrebbe essere un sito copertura, un sito che mira a truffare o a rubare i dati dei clienti, e tutti i pericoli che ne conseguono.

Solo carte di credito? No grazie!

Se un sito online per acquisti accetta soltanto carte di credito e nessun altro metodo di pagamento, state bene attenti. Sì, perché le carte di credito (come potrebbe essere una Visa, Mastercard o Postepay ricaricabile) rappresentano metodi di pagamento non tracciabili, dunque ogni transazione sparirà nel nulla e tutte le responsabilità saranno a carico dell’utente che ha effettuato il pagamento.

I migliori siti solitamente accettano anche metodi di pagamento tracciabili, come potrebbe essere ad esempio PayPal. Esso è il metodo più sicuro in assoluto, pienamente tracciabile e in grado di offrire una buona copertura all’utente. Se un sito espone PayPal tra i propri metodi di pagamento, di certo non ha nulla da nascondere e si tratta dunque di un sito per acquisti online molto affidabile.

Leggi anche