imprese Contributo a fondo perduto
Immagine da Pixabay

In questi giorni sono stati erogati i primi contributi a fondo perduto per professionisti, partite IVA e stagionali previsti dal Decreto Sostegni

In questi giorni le partite IVA, i professionisti e gli stagionali hanno iniziato a ricevere i pagamenti previsti dal Decreto Sostegni. Al momento sono circa 700mila le partite iva che hanno ricevuto i pagamenti. La cosa non può che far tirare un sospiro di sollievo ai tanti che erano rimasti a bocca asciutta da mesi a causa della caduta del Governo Conte II che aveva bloccato i ristori. Circa 2 miliardi erogati dallo Stato in forma di contributi a fondo perduto: oltre un milione le domande presentate, e circa il 60% dei richiedenti hanno ricevuto il pagamento. Intanto ieri 8 Aprile hanno ricevuto l’indennità una tantum da 2400 euro anche gli stagionali e le altre categorie ammesse. Al suo esordio, il Decreto Sostegni arriva già “vecchio” e saranno necessari ulteriori interventi e aiuti da parte dello Stato.

Potrebbe interessarti:

Lombardia in cima alla classifica delle domande accolte

La Lombardia è in cima al podio dei sostegni: quasi il 20% dei fondi erogati dallo Stato per i liberi professionisti sono finiti proprio in questa Regione. Seguono Lazio e Campania. Si tratta comunque di una misura largamente insufficiente, come lamentato dai percettori ancor prima di aver ricevuto il denaro. Pochissime le partite IVA che hanno richiesto il pagamento in forma di credito di imposta invece che in forma liquida. La ragione è che molti professionisti sono al momento a corto di liquidità e hanno bisogno di denaro per portare avanti le proprie attività.

Sul fronte stagionali, e per tutte le altre categorie ammesse a percepire l’indennità una tantum del Decreto Sostegni, ieri hanno ricevuto il pagamento coloro che avevano già percepito i ristori in passato. Adesso, potranno iniziare a presentare la domanda anche coloro che non avevano ricevuto i ristori o gli esclusi. Ad ogni modo, è plausibile che presto il Governo annunci un nuovo scostamento di bilancio per finanziare un nuovo Decreto Sostegni.

Letture Consigliate