Ordinanza Speranza
immagine da pixabay

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato tre nuove Ordinanze. Scopriamo cosa cambia a partire dal 24 gennaio

Il ministro della SaluteRoberto Speranza, ha firmato tre nuove Ordinanze: una per la Regione Sardegna ed una per Calabria, Emilia Romagna e Veneto, datate 22 gennaio; un’altra per la Regione Lombardia, datata 23 gennaio. Le nuove misure si basano sui dati e sulle indicazioni della Cabina di Regia che si è riunita in data 22 gennaio 2021.

Potrebbe interessarti:

Cosa cambia dal 24 gennaio

Le ordinanze, già pubblicate in Gazzetta Ufficiale, entreranno in vigore dal 24 gennaio 2021. Ecco cosa cambia: rientrano in area arancione le Regioni Lombardia e Sardegna, mentre si riconfermano sempre in area “arancione” Calabria, Emilia Romagna e Veneto. Dunque, l’ordinanza annulla gli effetti di quella del 16 gennaio che aveva classificato la Lombardia Zona Rossa. L’ordinanza è valida per 15 giorni dal giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Tale decisione, così come si legge nell’Atto, è stata determinata “in ragione degli elementi sopravvenuti conseguenti alla rettifica dei dati operata dalla Regione Lombardia ora per allora, come certificati dalla Cabina di regia”. 

La sfida contro il virus è ancora dura. Ma questa settimana, in Italia, abbiamo nuovamente Rt sotto 1. Dobbiamo continuare sulla strada della prudenza per resistere nelle prossime settimane e intensificare ancora la campagna di vaccinazione“, erano le parole di Speranza sul suo profilo Facebook.

La ripartizione in fasce

La ripartizione in fasce, dunque, si sintetizza così: sono in area gialla Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Toscana; in area arancione Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia, Sardegna, Umbria, Valle d’Aosta; in area rossa Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia.

Letture Consigliate