Spezia, Roma
Foto: Facebook Spezia

Lo Spezia continua a macinare risultati. La Sampdoria perde il derby: Nzola punisce Ranieri, Italiano sorride

Lo Spezia si aggiudica il derby contro la Sampdoria, continuando a conquistare punti per la lotta salvezza. Ancora protagonista Nzola, autore di una prima parte di Serie A da urlo.

La cronaca del match

La partita si incendia sin dal primo minuto, con azioni da una parte e dall’altra. Nzola mette in pericolo la difesa blucerchiata al 4′: decisivo un intervento in scivolata di Yoshida sul tiro del francese. Risponde subito la Sampdoria guidata dai movimenti in profondità di Keita. Lo Spezia passa in vantaggio al 20′ con Terzi: bravo a gonfiare la rete su sponda di Chabot, dagli sviluppi di una punizione calciata da Agoumé.

Passano pochi giri d’orologio e la Sampdoria sigla il gol del pari: Damsgaard in contropiede allarga per Jankto, il ceco serve Candreva in area di rigore, che con un destro al volo batte Provedel. Nel secondo tempo partono meglio i bianconeri, che costringono i ragazzi di Ranieri a difendersi nella propria metà campo.

Nzola al 61′ riporta lo Spezia in vantaggio, mostrandosi implacabile dagli undici metri. L’attaccante diventa il francese più prolifico considerando i gironi d’andata di Serie A. Negli ultimi minuti la Sampdoria ci prova ma non riesce a spaventare la difesa avversaria.

Spezia Sampdoria 2-1: risultato e tabellino

MARCATORI: p.t. 19′ Terzi, 23′ Candreva, 60′ rig. Nzola.

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali (dal 79′ Ferrer), Terzi, Chabot, Marchizza; Estevez (dal 79′ Maggiore), Agoumé, Pobega (dal 89′ Erlic); Gyasi, Nzola (dal 78′ Piccoli), Farias (dal 65′ Agudelo). A disposizione: Krapikas, Deiola, Dell’Orco, Sena, Galabinov, Ramos, Verde. Allenatore: Italiano.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva (dal 84′ Leris), Thorsby, Ekdal, Jankto (dal 78′ Verre); Damsgaard (dal 78′ Quagliarella), Keita (dal 84′ Ramirez). A disposizione: Letica, Ravaglia, Askildsen, La Gumina, Regini, Rocha, Adrien Silva, Tonelli. Allenatore: Ranieri.

ARBITRO: Piccinini di Forlì. Assistenti: Raspollini di Livorno e Perrotti di Campobasso. Quarto ufficiale: Dionisi di L’Aquila. VAR: La Penna di Roma. AVAR: Liberti di Pisa.

AMMONITI: Yoshida, Farias, Bereszynski, Jankto, Gyasi, Marchizza, Agudelo.