Spotify

Dopo il down di Google è toccato a Spotify che dalle 9.30 di questa mattina ha registrato un malfunzionamento su scala globale

Dopo il down di Google avvenuto negli scorsi giorni, è toccato a Spotify. Dalle 9.30 di questa mattina tanti utenti hanno segnalato il disservizio alla nota piattaforma di musica in streaming che ha registrato, nella mattinata, un malfunzionamento su scala globale. Attraverso il profilo ufficiale Twitter, Spotify ha spiegato agli utenti che l’azienda ha risolto il disservizio. Tantissime persone hanno segnalato l’impossibilità di ascoltare la musica su Spotify, e Twitter è stato inondato di messaggi attraverso l’hashtag #spotifydown.

Lo scorso 27 novembre la piattaforma ha avuto un altro down, rimanendo inattiva per quasi un’ora. Stessa cosa successa ad agosto per poi essere risolta in breve tempo.

La nota piattaforma di streaming musicale ha presentato Wrapped, il resoconto musicale personalizzato del 2020, dedicato a tutti gli utenti del mondo. Arriva al momento giusto, verso fine di quest’anno che è apparso – a molti – infinito e per ricordarci che per fortuna c’è stata la musica a riempirlo e a migliorarlo.

Il sito downdetector.com ha mostrato decine di migliaia di segnalazioni per Spotify. Stessa cosa è successa per la posta di Gmail e anche la videochat di Google Meet, che ospita le lezioni di milioni di studenti attualmente in didattica a distanza in tutta Europa. Problemi sono stati riscontrati anche con Google Classroom, Google Drive e YouTube. Il tutto è stato risolto in breve tempo.