Stadi e Covid: Bonaccini apre: “Tifosi con passaporto vaccinale”

Calcio Stadi e Covid: Bonaccini apre: "Tifosi con passaporto vaccinale"

Riaprire gli stadi si può: il governatore Bonaccini lancia primi segnali positivi verso un ritorno alla normalità

Ritornare gradualmente alla vita di prima, grazie al vaccino: il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha commentato ai microfoni di Sport Club su TV Rete7 le ultime novità sulle possibili riaperture di luoghi pubblici

“C’è chi propone il cosiddetto passaporto vaccinale, se dimostro di aver fatto i due vaccini posso andare in quei luoghi dove anche se sono insieme ad altri, nessuno rischia di contagiarsi, credo siano condizioni da discutere per cercare di dare una mano per far ripartire anche attività che al momento sono chiuse”

Bonaccini che poi aggiunge: “Nei mesi scorsi sono stato criticato per aver pensato a mille persone, ma uno stadio da 20-30-50 mila spettatori era uno dei luoghi più sicuri. A Misano Adriatico dove ci stavano 150 mila persone, a settembre ne mettemmo 10 mila ma in spazi enormi, il 1° novembre a Imola, siccome la curva pandemica stava riprendendo, si decise di non aprire. Ora ho fiducia perché stiamo vaccinando poco meno di 200mila persone e alla fine di gennaio avremo terminato questa prima fase, ma da marzo, se i vaccini arriveranno regolarmente, saremo in grado di triplicare e quadruplicare il numero. Tra pochi mesi credo che sarà possibile ricominciare timidamente alla vita di prima, mi auguro che presto si abbiano i numeri per cominciare a far rientrare la gente, anche iniziando da piccoli numeri”.

Avatar
Pietro Marchesano
Mi chiamo Pietro, ho 24 anni e studio Lingue e Letterature Moderne all'Università di Salerno. Sempre con la testa in giro per il mondo, scrivo di cronaca, cultura e sport. Divoro film come partite di pallone.

Covid-19

Italia
547,058
Totale di casi attivi
Updated on 19 January 2021 - 02:53 02:53