Conte dpcm zona bianca Governo

A colloquio da Mattarella, Giuseppe Conte ha assunto l’interim all’Agricoltura. Parte ufficialmente la sfida a Renzi

Tanto tuonò che piovve, direbbe qualcuno. Dopo lo strappo di Italia Viva, cresce il pressing del Parlamento affinché il premier Giuseppe Conte riferisca in Aula sulla crisi in atto. Il presidente del Consiglio è salito, per l’occasione, al Quirinale, dove ha avuto un dibattito con Sergio Mattarella. Dopo il colloquio, i due capi sono giunti ad un accordo concreto. Il premier ha assunto ufficialmente l’incarico ad interim per il ministero dell’Agricoltura, in sostituzione provvisoria di Teresa Bellanova. La sfida a Matteo Renzi sembra essere ufficialmente partita.

Potrebbe interessarti:

Il premier ha assunto l’interim all’agricoltura e ha rappresentato la volontà di promuovere in Parlamento l’indispensabile chiarimento politico mediante comunicazioni da rendere dinanzi alle Camere.” recita il comunicato, per l’occasione. Lo strappo di Renzi ha rimescolato le carte e adesso torna d’attualità la strada che porta alla ricerca dei “responsabili” al Senato. Per giorni d’altronde tra le stanze di Palazzo Chigi, e non solo, ha tenuto banco il pallottoliere per capire numeri e tenuta della maggioranza a palazzo Madama. Ora si cerca di capire, più che altro, quale può essere il margine di manovra entro il quale lo stesso Governo si può muovere.

Conte può contare sull’appoggio certo dei gruppi di M5S (92), PD (35) e Autonomie (9). In tutto 136 voti, cui aggiungere quelli provenienti dal gruppo Misto dove sono collocati 29 senatori. Tra questi, sicuramente a favore della maggioranza i 6 di Liberi e Uguali. Mancherebbero all’appello ben 19 voti, ma la sfida è ufficialmente partita.

Letture Consigliate