Stramaccioni in campo senza interprete: sbotta in conferenza stampa



Stramaccioni
Foto: YouTube Persian Football Magazine

Stramaccioni, attuale allenatore dell’Esteghlal, scende in campo senza la possibilità di comunicare con i giocatori: vietato l’accesso agli interpreti

Una storia da dimenticare quella che sta vivendo Stramaccioni sulla panchina dell’Esteghlal, club iraniano, detentore di due Champions League asiatiche. L’ex allenatore dell’Inter, è sceso in campo senza la possibilità di comunicare con i suoi giocatori. Una grande perdita per un tecnico.

Il tutto nato dal vietato accesso, a bordo campo, degli interpreti. Nessun giocatore parla inglese e sicuramente Stramaccioni non è nato o ha avuto legami con l’Iran. A rincarare la dose anche la mancata comunicazione circa la possibilità di inserire due Under 23 nella lista dei convocati.

Il tecnico, nella conferenza stampa post gara, non si è contenuto e ha sbroccato contro la società e la Federazione. “Sono stato sabotato”– questa una delle frasi dure espresse dall’allenatore. Dopo lo sfogo in conferenza la Federcalcio iraniana ha negato di avere impedito l’ingresso degli interpreti. E il silenzio del club dice tante cose.

Le possibilità di lasciare la squadra sono legate ad una penale di tre milioni di euro, vista la negata risoluzione consensuale del contratto da parte del club. Un vero e proprio prigioniero in una gabbia iraniana, sperando che la situazione non si ripeti.

Leggi anche