Fyre, il documentario Netflix sul Festival dell’imbroglio

Il Fyre Festival è al centro di un documentario Netflix che sta spopolando. Il regista Chris Smith ricostruisce la vicenda; tante le interviste

Il Fyre Festival è “il più grande party mai avvenuto“. Netflix approfondisce la questione in un documentario che, online da meno di un mese, sta spopolando in Italia e all’estero.

L’evento, organizzato da Billy McFarland, fondatore della Fyre Media, e dal rapper Ja Rule, avrebbe dovuto avere luogo alle Bahamas. La rassegna musicale sarebbe durata due settimane, da aprile a maggio 2017, coinvolgendo ospiti incredibili.

Kendall Jenner,Bella Hadide molti altri sponsorizzarono il Festival che, però, sfociò in un vero flop. Durante i primi giorni, infatti, si palesarono problematiche relative alla sicurezza, agli alloggi, alla partecipazione degli artisti. Sugli organizzatori, che hanno dovuto sborsare più di 100 milioni di dollari, pesano ben otto cause legali.

Il regista Chris Smith ricostruisce la vicenda, attraverso molte interviste: si è trattato di un grande imbroglio, realizzato anche grazie alla forza attrattiva dei social.