Home Cronaca Terremoto di magnitudo 4.2 tra le province dell’Aquila, Rieti e Teramo

Terremoto di magnitudo 4.2 tra le province dell’Aquila, Rieti e Teramo

terremoto

A un anno di distanza dal tragico terremoto che il 24 agosto devastò il Centro Italia, per centinaia di famiglie ancora una notte da incubo

project adv

Sembra proprio una beffa del destino, e invece è tutto vero. A due giorni dall’anniversario del terremoto che devastò il Centro Italia, un’altra terribile scossa ha svegliato gli abitanti delle zone già colpite dal sisma, facendo rivivere alla popolazione quelle ore da incubo.

La scorsa notta, alle 4:13, una scossa di ,agnitudo 4.2, con un ipocentro a 14 chilomteri di profindità, è stata avvertita nelle province dell’Aquila, Teramo e Rieti, fino a lambire il Nord Italia, con una magnitudo di 3.6 registrata tra Lombardia e Veneto.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv)  ha rilevato l’epicentro a 3 km da Campotosto (L’Aquila), 8 da Amatrice (Rieti) e 12 da Crognaleto (Teramo). Alla scossa più forte è seguito, poi, uno sciame sismico con scosse a distanza di pochi minuti l’una dall’altra di entità inferiore (dal 2.4 all’1.4). La Protezione Civile, al momento, non segnala danni a persone o cose.
Seguiranno aggiornamenti.
Video del giorno